Cerca

Il giornalismo piange Edigio Sterpa

Scomparso al Fatebenefratelli all'età di 84 anni. Fu anche collaboratore di Libero

Il giornalismo piange Edigio Sterpa
La carta stampata e la politica italiana piange Egidio Sterpa, scomparso questo pomeriggio all’ospedale Fatebenefratelli di Milano all’età di 83 anni.
Lanciato nel mondo del giornalismo all’età di 25 anni a “Il tempo”, Sterpa nella sua lunga carriera ha lavorato al Giornale d’Italia, al Giornale Lombardo, al Corriere della Sera, oltre a rivestire il ruolo di collaboratore anche per Libero.

Appresa la notizia del decesso dopo dieci giorni di ricovero all’ospedale,
il consiglio provinciale di Milano in corso a Palazzo Isimbardi ha osservato un minuto di silenzio in suo ricordo. Ai familiari del giornalista sono arrivate le condoglianze e i ricordi commossi da parte dei politici che avevano lavorato con lui e da parte di tutto il mondo della carta stampata, a cui anche la redazione di Libero si aggiunge doverosamente.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ghorio

    01 Luglio 2010 - 22:10

    Sono tra quelli che, sin alla mia giovanissima età, sono rimasto affascinato dallo stile giornalistico di Egidio Sterpa, un giornalista di razza, al servizio dei lettori. Ho seguito la sua attività giornalistica, a partire dalla direzione de"Il Corriere Lombardo", un quotidiano del pomeriggio con una grafica innovativa e con tante rubriche. Poi inviato al "Corriere" con le inchieste che facevano del giornalismo di allora un punto di riferimento importante per conoscere la società. Poi i vari libri, tra cui "La rabbia del Sud", ancora attuale . Il passaggio a"Il Giornale", all'atto della fondazione, la responsabilità di capocronista, poi il passaggio alla politica. Una certa delusione, dopo l'ultimo mandato, durante il quale, da anticonformista, aveva votato contro la riforma della Costituzione proposta dal centrodestra e poi bocciata con il Referendum. Tra i suoi libri anche "Che cos'è il giornale" e"Il mio giornalismo", una fonte per i giornalisti. Giovanni Attinà

    Report

    Rispondi

blog