Cerca

Milano: in 20 picchiano un vigile per liberare un arrestato

Un agente era intervenuto per bloccare una rissa tra due italiani e due nordafricani, mettendo in manette un balordo. La "banda del Corvetto" lo ha riempito di calci e pugni

Milano: in 20 picchiano un vigile per liberare un arrestato
E' entrata ancora in azione la banda di piazzale Corvetto. Un agente della Polizia Locale in servizio di controllo con due pattuglie per le ordinanze al quartiere è stato aggredito da un gruppo di persone che lo hanno preso a calci e strattonato. Il poliziotto era intervenuto per dirimere una lite scoppiata tra due italiani e due nordafricani. L'uomo ha riportato lesioni alla spalla e al collo.

Sono tuttora in corso accertamenti e "3 persone risulterebbero già identificate con conseguente denuncia penale" ha assicurato il Vicesindaco del capoluogo lombardo, Riccardo De Corato. Erano 6 gli agenti che si trovavano in servizio in via dei Cinquecento, quando hanno notato una lite tra i quattro uomini, uno dei quali stava avendo la peggio. A seguito dell’intervento dei vigili è scattato un fuggi fuggi generale e un italiano è stato fermato in direzione via Ravenna. A quel punto, improvvisamente, è spuntato un gruppo di altre 20 persone che si sono scagliate contro il vigile e con spinte, calci hanno liberato l’italiano. Quest'ultimo, prima di far perdere le sue tracce, ha sferrato un cazzotto a un altro nordafricano, fratturandogli il naso.

Sembra che la lite sia nata per il controllo dello spaccio. E non è infatti un caso che un’altra maxirissa sia scoppiata in area via Padova tra bengalesi e nordafricani. Nella serata di ieri, al Corvetto, probabilmente a causa della partita di calcio, c’era un deficit di presenze delle forze dell’ordine. "Il Corvetto - ha sottolineato il Vicesindaco De Corato- è stato oggetto di ispezioni costanti da parte della Polizia locale già prima dell’entrata in vigore delle ordinanze".

Nei tre mesi precedenti i vigili hanno controllato ben 429 persone e 243 veicoli, con 11 denunce per vari reati.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • pasquino69

    24 Agosto 2010 - 09:09

    Ringraziamo le merdacce dei sinistri se abbiamo in Italia di queste situazioni. Vorrei che i vari blogger che si trovano su questo giornale online di avere qualche figlio, parente, amico, nell'arma dei Vigili, carabinieri, polizia, e vedere quanto bello e' trovarselo bastonato, sanguinante rientrare alla sera dopo aver fatto il proprio dovere. Sinistri, siete gente senza sentimenti, amore, siete solo esseri senza anima e completamente vuoti . Vi auguro tutto quello che sta capitando agli Italiani e all'Italia. Vero e' che nessuna arma vi vuole nelle loro fila, siete scansafatiche, falsi e bisognerebbe stare attenti a voi e non ai delinquenti.

    Report

    Rispondi

  • emilioq

    24 Agosto 2010 - 08:08

    Ecco che cosa succede facendo entrare tanta m.....da!!!!!!! Date loro la licenza di uccidere! Cosa se ne fanno della pistola se non la devono usare? Sarebbe ora di fare un pò di pulizia perchè i tumori non si curano con i cerotti!!!!!!!!

    Report

    Rispondi

blog