Cerca

Sparatoria a Milano, un uomo uccide l'ex moglie

Il 28enne ha aperto il fuoco al culmine di una lite, ferendo la vittima alla testa e al torace

Sparatoria a Milano, un uomo uccide l'ex moglie
Sparatoria a Milano. Un uomo ha aperto il fuoco contro l'ex moglie alle 18.15 in via Barrili, alla periferia sud del capoluogo lombardo. La vittima, 30 anni, è stata ferita a morte al torace e alla testa al termine di una lite nel cortile della propria abitazione. I due litigavano probabilmente sull'affidamento dei tre figli.

Marito e moglie, entrambi di origine catanese, da tempo vivevano in due case diverse nello stesso stabile di via Barrili. Dopo l'omicidio, l’operaio si è barricato in casa e, dal balcone, ha cominciato a minacciare gli agenti intervenuti dopo la segnalazione di alcuni vicini di casa. Il 28enne si è poi convinto a gettare l’arma e farsi arrestare. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • GLICINE

    02 Settembre 2010 - 21:09

    Sono troppe le donne che finiscono così! Forse occorrerebbe anche un po di autocensura da parte dei media. Queste notizie a ripetizione sollevano le menti malate e prevale il "se lo ha fatto lui posso farlo anch'io". Una volta non c'erano casi con questa frequenza. Può essere lo stress di un modello di vita che il mondo ci impone ad ammalare queste menti, il mal di vivere, l'incapacità a rinunciare, ma . . . . possibile che impazziscono tutti adesso!? Sarebbe importante provare a non pubblicare certe notizie. Che oltre tutto, ci intristiscono e non fanno altro che alimentare il nostro già forte senso di insicurezza e precarietà.

    Report

    Rispondi

blog