Cerca

E' morto Riccardo Sarfatti, noto imprenditore milanese

L'esponente del Pd ha perso la vita in un incidente a Tremezzo, sul lago di Como. Lascia la moglie e tre figli

E' morto Riccardo Sarfatti, noto imprenditore milanese
E'morto questa notte, sul lago di Como, in un incidente stradale, l'imprenditore e politico Riccardo Sarfatti, ex avversario di Roberto Formigoni alle elezioni regionali della Lombardia del 2005 e candidato alle regionali nelle liste del Pd, nel 2010.
L'auto su cui viaggiava (foto di Fabrizio Cusa), intorno all'1.40, è sbandata in località Tremezzo, andando a finire nel lago. Inutili i tentativi degli uomini del soccorso che sono giunti prontamente sul posto.  

Sarfatti, sposato, con tre figli, si era laureato in Architettura nel 1965, al Politecnico di Milano, diventando prima assistente e poi professore universitario. Nel 1978 aveva fondato "Luceplan", nota azienda nel settore dell’illuminazione di design con 110 dipendenti e un fatturato di 25milioni. Nel febbraio di quest’anno la società era stata rilevata dalla "Philips", ma Sarfatti aveva mantenuto una quota del 20%. Si era candidato alle regionali nell’aprile 2005 correndo per l’Unione. Aveva aderito al Partito Democratico dalla sua fondazione e, come candidato per il Consiglio regionale, aveva partecipato anche alle elezioni del 2010, senza venire però eletto. L’ultimo intervento pubblico risale proprio alla giornata di ieri, quando, in un’intervista, aveva espresso l’intenzione di votare per Stefano Boeri, alle primarie del Pd per il candidato a Sindaco di Milano.

L’incidente è avvenuto sulla Statale Regina, che costeggia il lago di Como. Sarfatti, a bordo della sua Bmw, ha divelto il guardrail, precipitando nel vuoto. Per recuperare il veicolo sono arrivati anche i sommozzatori da Milano. La tragedia si è consumata poco prima delle due per cause ancora da chiarire. Secondo le prime ricostruzioni sembra che l’imprenditore, nel disperato tentativo di uscire dalla trappola mortale, si sia anche slacciato la cintura di sicurezza senza avere poi il tempo necessario per saltare fuori dall'auto. A far scattare l’allarme è stato un giovane che si trovava in un bar poco lontano dal luogo dell'incidente e che, udendo il forte botto, ha visto finire l’auto nel lago. Non si esclude l'ipotesi di un improvviso malore. 

Architetto, professore universitario, imprenditore, impegnato in diverse associazioni, Sarfatti è stato, negli ultimi anni, anche protagonista del dibattito politico- culturale lombardo e nazionale, promuovendo e partecipando a diverse iniziative come il forum degli imprenditori liberali. Il padre, Gino, fondatore di "Arteluce" è uno dei pionieri del design italiano per quanto riguarda l'illuminazione. Accanto all’attività imprenditoriale è stato appunto anche docente universitario, per vent'anni, e impegnato in Confindustria, prima come Presidente di Assoluce, l’associazione italiana dei produttori di apparecchi di illuminazione, poi come vice-Presidente di Federlegno-Arredo. Per otto anni ha rappresentato i produttori di apparecchi d’lluminazione nell’organismo europeo del settore. Dal 1999 al 2004 è stato Presidente del Consiglio Nazionale delle Associazioni per il Design. Membro del Comitato di Presidenza di Libertà e Giustizia, sino alla nomina a Candidato Presidente della Lombardia, nel 2005. In seguito è stato nominato Coordinatore dell’Unione nel Consiglio Regionale della Lombardia. Nel febbraio 2006 ha fondato, con altri, l'Associazione per il Partito Democratico e, nel 2007, è stato nominato Presidente dell’APD della Lombardia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog