Cerca

Salone della moda, forse due modelle anoressiche

Le "sentinelle" del Comune di Milano controllano i casi di eccessiva magrezza sulle passerelle milanesi

Salone della moda, forse due modelle anoressiche
Modelle troppo magre. Secondo le sentinelle contro l’anoressia ingaggiate dall'Assessorato alla Salute del Comune di Milano due ragazze (nel primo e nel secondo giorno di sfilate milanesi) erano davvero troppo secche. Il limite "teorico" (perché certo nessuno può obbligarle a salire su una bilancia) è di essere almeno una taglia 38. Ma come ci spiega chi di queste cose se ne intende, basta poco per cogliere la differenza tra una magra "sana" e una magra "malata": quelle sane hanno muscoli e pelle tesa, e un colore roseo sulle guance. Le anoressiche, solitamente, hanno ossa al posto di gambe e scapole e costole a vista.

Secondo le sentinelle, due modelle tra le tante che sfilano in questi giorni a Milano erano al limite dell'anoressico. Per questo è scattata la segnalazione dell’assessore Giampaolo Landi di Chiavenna. “Ne ho data doverosa e riservata comunicazione al presidente della Camera Nazionale della Moda, il cavalier Boselli - ha dichiarato Chiavenna – lui poi deciderà il da farsi”. “ Non voglio censurare nulla – ha sottolineato l’assessore – voglio soltanto contestare quei casi di magrezza patologica, che non hanno niente a che vedere con l'eleganza, ma hanno solo un potere nocivo sulle giovanissime, che potrebbero vedere in loro un modello pericoloso da seguire”. I nomi delle modelle non sono stati ancora rivelati perché la segnalazione deve essere verificata e bisogna capire se si stratta di “magrezza fisiologica o patologica” ha detto l’assessore Chiavenna.

I controlli alle sfilate sono un’idea di Chiavenna che ha reclutato nove sentinelle tra le ragazze del jet set internazionale: Scilla e Fabrizia Ruffo di Calabria, Isabella Gaetani d'Aragona, Marta Ferri, Carolina Salvati, Laura Lombardi, Raffaella Genghini, Barbara Insom, Rossana Ciccarone. Madrina delle giovani è Gabriella Dompé, moglie del presidente di Farmindustria.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • COCCINELLA

    17 Novembre 2010 - 14:02

    FORSE GLI STILISTI PENSANO CHE COSI' LE MODELLE SIANO PIU' ECOSOSTENIBILI.....ECOCOMPATIBILI.. ANORESSICA= EVITARE DI INQUINARE IN TUTTI I SENSI!!!!!! CHE TRISTEZZA..E BASTEREBBE COSI' POCO.......OBBLIGARLI A NON SCENDERE SOTTO LA 42!!!!!!!!!!!!! MA IN REALTA' NON HANNO VOGLIA DI PORRE RIMEDIO AL PROBLEMA

    Report

    Rispondi

  • COCCINELLA

    08 Ottobre 2010 - 11:11

    LA POPOLAZIONE NON è FATTA DA TAGLIE 38. BASTEREBBE CHE SFILASSERO SOLO RAGAZZE CON TAGLIA NON INFERIORE ALLA 40/42 SONO TUTTE ANORESSICHE !!!!!!!!!!!!!!!!APRITE GLI OCCHI GENTE

    Report

    Rispondi

  • slyanzon

    04 Ottobre 2010 - 14:02

    .. dovrebbero responsabilizzare "Civilmente" anche le varie case di moda, della salute delle proprie modelle, che purtroppo sono sempre dei punti di riferimenti per molti giovani, con multe salatissime!!!

    Report

    Rispondi

  • franziscus

    30 Settembre 2010 - 19:07

    ma gli stilisti che sono spesso "sederattoni" che cosa possono capire di femmine ?

    Report

    Rispondi

blog