Cerca

Milano, alle Comunali una lista di immigrati

Il presidente della comunità islamica di viale Jenner: "Un segnale importante, non contro gli italiani"

Milano, alle Comunali una lista di immigrati
Alle prossime elezioni comunali di Milano gli immigrati presenteranno una loro lista. Si chiamerà Milano Nuova e sarà una lista laica aperta agli italiani. Ad annunciarlo è il presidente della comunità islamica di viale Jenner, Abdel Hamid Shaari, che  ai microfoni di Cnrmedia ha voluto anche precisare che la neo formazione non sarà islamica.

"Non importa se non eleggeremo nessuno - ha aggiunto -. Quello che conta è dare la possibilità a tutti gli stranieri di sentirsi parte della città. E non sarà una lista contro gli italiani, anzi contiamo anche di avere con noi degli italiani che condividano il programma, un programma che stiamo mettendo a punto e che sarà pronto nelle prossime settimane. Sarà una lista aperta a tutte le nazionalità. Sarà un segnale importante per Milano, la possibilità di dare anche agli stranieri la possibilità di essere rappresentati".

Le reazioni - Immediata la reazione di Romano La Russa, coordinatore provinciale del Pdl e assessore regionale alla Protezione Civile, Sicurezza e Polizia locale: "Di un nuovo partito non mi pare proprio ce ne sia bisogno. Se questa è la Milano nuova che avanza, è un motivo in più per tenerci ben stretta quella attuale, governata in maniera eccellente da Letizia Moratti. Chiunque può decidere di entrare in politica e presentare dei propri candidati ma occorre uscire da logiche demagogiche e strumentali. Governare e amministrare una città è una cosa seria, con programmi precisi e strategie che vadano incontro alle esigenze di tutti i cittadini. Ora, dopo la richiesta di una moschea, tornata agli onori della cronaca di questi giorni, Shaari e i suoi amici vorrebbero, forse, rifilarci un programma elettorale in cui la Sharia sia alla base dei nostri ordinamenti e la religione islamica imposta per legge? Si vuole forse che per le strade delle nostre città scorazzino liberamente gli immigrati clandestini? Ovviamente immaginiamo che la lapidazione delle donne adultere sia previsto nel programma del partito... Per non parlare poi dei campi nomadi: continueremo a finanziarli anche se fuori legge? Facciamo attenzione a questa deriva populista che la sinistra, pur di vincere le elezioni, si illude - ma si illude soltanto - di poter cavalcare. D'altronde, Milano non ha bisogno di un partito per islamici per sostenere le istanze degli immigrati: la città ha dimostrato di saper accogliere con gran cuore gli stranieri che vogliono lavorare e rispettare le leggi".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • castalia

    05 Ottobre 2010 - 21:09

    coloro che hanno fatto le leggi per la ricongiunzione dei familiari che stà portandio iin Italia un mare di figli e parenti non veri! Dove stanno coloro che hanno fatto accogliere i figli dei clandestini nelle scuol anzichè fermare questa invasione strisciante. Loro i figli li mandano nelle private più lussuose e al popolo lasciano gli immigrati che arrivano a metà anno e non chiedono nemmeno se sono regolari o meno.Pretendono solo . Perchè la Livia Turco non và a vivere all'Esquilino in via cappellini insieme ai suoi immigrati cinesi e bengalesi. Nell'abbandonare gli italiani le sinistre pensavano di avere i voti dei musulmanie degli altri immigrati ed ora ben gli stà se hanno concorrenti anche lì e ben gli sta anche a fini il fautore della cittadinanza breve e dei bambini nati in Italia italiani. A lui come alla sx voti da quella parte non verranno mancheranno anche quelli degli italiani che non si fanno convincere dalla tv non più rai ma red (rossa) TV

    Report

    Rispondi

  • RANMA

    05 Ottobre 2010 - 09:09

    Forse non lo sai, ma Milano ormai e' fatta quasi esclisivamente di meridionali che fin dagli anni cinquanta - sessanta sono arrivati lì a lavorare. Non esistono più i veri Milanesi ma sono solo di origine: "nonni padri o nuovi arrivati" del sud.Anche la parlata ormai è distorta in un meneghino alla Abatantuono . Dico questo senza rancore ma e' indubbio che voi odiate in questo modo la vostra gente che è nata là ...

    Report

    Rispondi

  • tizziocaio

    05 Ottobre 2010 - 09:09

    ma che bravi, tanta baiuscia e poi !!!!!. , dove stanno tutti i gonfaloni degli ex partigiani e coloro che hanno dato la vita per la terra italia?, dove sono i buonisti che pretendono che tutti devono aiutare tutti meno che gli italiani?, dove sono gli italiani fessi che credono ancora alle belle favole e rimangono senza lavoro perche' dobbiamo aiutare tutto il mondo?, tutti mettono la testa sotto la sabbia e fanno finta di non vedere o sentire, poi quando arrivera' (state certi che arrivera') il giorno che il vaso si rompe ecco che qualcuno per mandarli via si inventa le caldaie umane. La storia si ripetera' e poi condanneremo colui che ha dovuto sopperire ad anni di buonismo per poter sopravvivere. meditate milanesi meditate........

    Report

    Rispondi

  • uguccione54

    05 Ottobre 2010 - 09:09

    Ci manca solo che per dimostrare che siamo in paese libero diamo la possibilita' a questi mambrucchi di fare un partito islamico e presentarsi ad elezioni. Possiamo noi formare un partito in Marocco, in Yemen, in Egitto, in Arabia Saudita, e in altre decine di fottutissimi paesi islamici ? No !! Perche' se anche solo lo pensi ti tagliano la gola, se stampi bibbie ti tagliano la gola o come e' successo di recente solo per il fatto di averle le bibbie questi signori tanto " democratici" non ci hanno pensato su due volte per fucilare otto medici, donne incluse. E allora se hanno tanta voglia di fare politica , che tornino nei loro fottutissimi paesi e cerchino di cambiare li' le leggi , che ne hanno tanto bisogno. Ma forse gli taglierebbero la loro di testa. Ecco allora perche' restano qui a scassare gli zibidei. Ma per favore !!!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog