Cerca

Poche speranze per il tassista aggredito a Milano

Il bollettino clinico di Luca Massari è drammatico. I medici: "Previsioni sulla sopravvivenza impossibili"

Poche speranze per il tassista aggredito a Milano
Mentra a Roma non si è ancora spento l'eco delle polemiche sulla morte dell'infermiera romena Maricica Hahaianu, anche il caso del pestaggio del tassista milanese rischia di terminare con un epilogo drammatico.

A otto giorni dall'aggressione, infatti, le condizioni di Luca Massari, ricoverato all’ospedale Fatebenefratelli di Milano, lasciano poche speranze. Dopo l’intervento di decompressione cranica bilaterale, necessario in seguito a un peggioramento delle sue condizioni, il bollettino medico resta pesantissimo.
"Non è possibile fare previsioni sulla sopravvivenza e, soprattutto, sulla possibilità di recupero neurologico", spiegano i medici.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bimbomix

    18 Ottobre 2010 - 16:04

    Mi dispiace molto per il taxista e per i suoi cari.

    Report

    Rispondi

  • eureka.mi

    18 Ottobre 2010 - 15:03

    Spero che questo tassista ne possa venir fuori. E' inconcepibile che per futili motivi ognuno di noi possa trovare dietro l'angolo qualcuno che ti possa assalire. E' il risultato della violenza verbale utilizzata in politica. Perchè non istituire corsi di linguaggio forbito e buone maniere per i nostri Parlamentari? L'esempio sono loro a darlo purtroppo. Ma davvero c'è gente che si sente rappresentata da persone che con il solo vituperio cerca di abbattere l'avversario?

    Report

    Rispondi

  • Galleggiamo

    18 Ottobre 2010 - 15:03

    Non ti serve un giornale per scoprire un cretino, usa uno specchio.

    Report

    Rispondi

  • Marcoenrico

    18 Ottobre 2010 - 15:03

    Mi stavo chiedendo se un cretino non avesse nulla da scrivere. Sbagliavo. L'abbiamo trovato.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog