Cerca

Smog a Milano: soglie Pm10 superate anche nella domenica senza auto

Una giornata di chiusura del traffico non basta: oggi circolazione bloccata nella Cerchia dei Bastioni

Smog a Milano: soglie Pm10 superate anche nella domenica senza auto
Domenica di blocco del traffico a Milano. I valori di Pm10 erano troppo elevati, e l'amministrazione comunale non ha potuto far altro che fermare tutte le auto. Nonostante la pioggia e il traffico azzerato, però, in città sono state nuovamente superate le soglie consentite di inquinamento. I risultati sono inequivocabili in tutte e tre le centraline della città: in Città Studi sono stati rilevati 52 microgrammi per metro cubo, in via Senato 66, in via Verziere 62.

Da oggi, pertanto, il blocco delle auto prosegue: divieto di circolazione all'interno della Cerchia dei Bastioni per i veicoli soggetti a pagamento dell'Ecopass. Questa misura continuerà ad oltranza fino a quando i valori di Pm10 non rientreranno nei parametri per tre giorni consecutivi. L'amministrazione comunale probabilmente fermerà di nuovo il traffico domenica prossima, 5 febbraio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • lettoreerrante

    01 Febbraio 2011 - 11:11

    Bloccare le auto non serve a niente. Neanche se le bloccassero per un mese (mettendo in crisi ancora di più l'economia locale). E' l'UE che deve rinsavire invece di fare la prima della classe. E' necessario innalzare i limiti assurdi imposti (negli Stati Uniti sono tre volte tanto) , impossibili da rispettare nel periodo invernale per una situazione orografica come quella della Pianura Padana . Non dimentichiamoci che l'aria di oggi è comunque molto migliore di quella di trenta anni fa

    Report

    Rispondi

  • migpao

    31 Gennaio 2011 - 19:07

    se lo smog è prodotto dagli impianti di riscaldamento bisogna spegnere i riscaldamenti e non fermare le auto, che non serve a nulla. oppure fare come a parigi dove gli impianti di riscaldamento funzionano ad energia elettrica.. ahh... ma loro hanno il nucleare... noi no.

    Report

    Rispondi

blog