Cerca

Tuffi dove l'acqua è più blu

Naviglio meglio della Sardegna

Tuffi dove l'acqua è più blu
"Un tuffo dove l'acqua è più blu..." recita una nota canzone di Lucio Battisti. Il quale forse non pensava propriamente al Naviglio di Milano. Ma si sbagliava. O non era stato sufficientemente lungimirante. Perché secondo la Navigli Lombardi scarl, il Naviglio non è più inquinato come un tempo. L'acqua è pulita e rispetta i limiti di balneabilità previsti per legge, come emerge dal rapporto delle analisi batteriologiche volute dalla stessa società ed eseguite da Rete Biolab - Testingpoint 3 s.r.l., sulla base di prelievi effettuati in punti diversi del corso d'acqua (Ponte ferrovia, Ponte Richard Ginori, Pontile). Odore, colore e torbidità sono nella norma, il pH rientra nei valori previsti, così come non superano i valori specifici nitrito, nitrato ed ammonio. I risultati delle analisi conferiscono quindi ai Navigli i valori di balneabilità pari, se non superiori, a quelli della maggior parte delle spiagge italiane più frequentate.
E così ecco che domenica 25 gennaio, dopo quasi mezzo secolo, torna a Milano il Cimento Invernale, una tradizionale gara di nuoto nei Navigli scomparsa da tempo. La manifestazione non competitiva, organizzata dalla Nuova Canottieri Olona e patrocinata da Navigli Lombardi, Comune di Milano, Regione Lombardia, Provincia di Milano e dall'Antica Credenza di Sant'Ambrogio, vedrà tuffarsi nelle acque del Naviglio Grande cento volonterosi, per il ritorno di un'iniziativa che si era persa a causa soprattutto della qualità delle acque. La partenza per la nuotata nel Naviglio è fissata per mezzogiorno, e i partecipanti dovranno attraversare il Naviglio Grande nel tratto dei 'brelin dei lavandai' vicino al ponte di San Cristoforo verso l'omonima chiesa, seguendo l'apposita corsia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog