Cerca

Fratello e sorella uccisi: trentasei ore di orrore e follia

L'assassino 21enne prima ha finito Gianluca, poi violentato e seviziato l'ex fidanzata Ilaria. E non c'è il movente: "Non so perché l'ho fatto"

Fratello e sorella uccisi: trentasei ore di orrore e follia
"Lì ho uccisi io, ma non so perché". Prima notte in carcere per Riccardo Bianchi, il 21enne milanese protagonista di trentasei ore di follia che hanno portato al doppio omicidio dei fratelli Palummieri. il perché di questo gesto è ancora un mistero: nella serata di venerdì l'assassino ha fornito agli inquirenti una nuova versione dei fatti, disegnando uno scenario molto più inquietante del primo. Avrebbe inizialmente accoltellato l'amico, poi sarebbe corso da Ilaria, dicendole di quanto accaduto al fratello prima di violentarla e poi soffocarla. 

Due giorni da incubo
- Il racconto delle 36 ore di follia, dal primo omicidio nella notte tra mercoledì e giovedì al secondo, avvenuto a Baggio intorno alle 18 di giovedì, è ancora "in parte lacunoso, in altre parti fumoso, insomma non definitivo", spiega il capo della Squadra Mobile, Alessandro Giuliano.

Mercoledì sera - 
Riccardo e Gianluca escono insieme. Nonostante da qualche mese la storia con Ilaria non vada a gonfie vele e i due si siano lasciati, Riccardo e Gianluca sono amici e continuano a frequentarsi. Vanno in zona Navigli: "Entrambi abbiamo bevuto molto", ha spiegato. Poi, un racconto sempre più alcunoso. L'omicidio sarebbe avvenuto in strada a Cesano Boscone, nell'incrocio tra via Cristoforo Colombo e via Roma.  Venti coltellate tra addome e torace di Gianluca con un'arma presa chissà dove. "Non so perchè l'ho ucciso, non so dove ho trovato il coltello, nè dove l'ho buttato" . Prende il corpo di Gianluca e lo carica nel bagagliaio della sua Fiat Punto.

Giovedì -
Intorno alle 6.00, ancora con gli abiti sporchi di sangue, entra nell'appartamento al quinto piano dell'ex fidanzata, in via Gozzoli 160 a Milano. E qui, "ho immobilizzato, e abusato e ucciso Ilaria", ha raccontato agli inquirenti. La ragazza, secondo la ricostruzione, è stata soffocata con un sacchetto di plastica. La sua morte, secondo il racconto dell'assassino, è avvenuta solo "tra le 17 e le 18 di giovedì".  Per ore Ilaria è stata in balia del suo killer. "Non potevo fare altro, le avevo confessato cosa avevo fatto, l'avevo violentata e quindi l'ho uccisa" ha detto nel suo interrogatorio. Dopo averla uccisa Riccardo ha vegliato il cadavere per ore. Intorno alle 22.oo ha preso un lenzuolo ed è tornato vicino alla sua macchina dove nel bagagliaio c'era ancora il cadavere di Gianluca. Riccardo ha percorso i 14 chilometri che separano l'abitazione del delitto a via Salvo D'Acquisto a Rho dove si è disfatto del cadavere di Gianluca abbandonandolo vicino a un cassonetto dei rifiuti. Poi, è tornato a casa

Venerdì notte-
Dopo aver farfugliato qualcosa ai genitori è andato nel commissariato Bonola, in stato confusionale e raccontando di aver trovato il cadavere della sua ex fidanzata nel letto.

Il movente nascosto - Riccardo non ha saputo fornire elementi sul movente del duplice omicidio dell'ex fidanzata, con cui aveva un rapporto burrascoso, e dell'amico di vecchia data. I tre si conoscevano da circa dieci anni e avevano frequentato lo stesso liceo. Riccardo non ha saputo neanche giustificare la ferita alla gamba che si sarebbe procurato durante l'omicidio di Gianluca. Ancora da chiarire anche dove Riccardo si sia disfatto degli abiti macchiati di sangue.

Su Facebook -
  Gli ultimi contatti tra Ilaria e Riccardo risalgono al maggio scorso, poi sulla sua bacheca restano commenti sulla fine di quella storia d'amore. Oggi si aggiungono anche le frasi incredule delle sue amiche. "Ciao Ila..resterai sempre la mia sorellina..il vuoto che lasciate tu è gian è immenso..riposate in pace angeli..vi voglio bene", scrive Melania. "Chi l'avrebbe mai detto...non può essere vero... non te ne puoi essere andata via cosi...non tu...non gian...ricorderò tutti questi anni passati insieme con 1 sorriso" è il post dell'amica del cuore Serena.


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • charmant2

    26 Giugno 2011 - 12:12

    Qualcuno saprà qualcosa di più sul carattere di questo ragazzo che è stato di una crudeltà inanerrabile. Voglio augurarmi che non si pensi subito alla pazzia che ne avrebbe armato la mano e finisca in un manicomio criminale per otto o dieci anni. Poi ,magari,vederlo libero ancora di reiterare. Le testimonianze dei suoi amici di tanti anni,saranno sufficienti per capire,se,nel passato della sua infanzia,ci siano stati episodi che sin d'allora avrebbero potuto allarmare e dubitare della sua salute mentale. Si drogava? Al momento,questo doppio delitto compiuto con tanta ferocia e con neppure un solo briciolo di ragione,rimane assurdo e misterioso. Sarebbe necessario indagare sulla personalità di tutti questi amici,per poterne trarre un qualcosa e tentare di capirli meglio. Chi erano? Come vivevano? Agli psicalisti e ai giudici,l'ardua sentenza. Noi pieghiam la testa.....smarriti.

    Report

    Rispondi

  • emilioq

    26 Giugno 2011 - 09:09

    Finchè non verrà promulgata la pena di morte per queste merde a due gambe le cose andranno sempre peggio!!!!! Troverà sicuramente qualche straccio di psicologo che dirà che ha avuto cinque minuti di totale annebbiamento del cervello e ce lo ritroveremo per le strade pronto ad ammazzare ancora. Premiamo gli assassini ubriachi e drogati che travolgono degli innocenti dando loro gli arresti domiciliari o addirittura assolvendoli perchè dobbiamo correre dietro alle puttanate dei politici! La giustizia inesistente va cancellata e rifatta totalmente con delle leggi che veramente puniscano i delinquenti e se fra coloro che la dovrebbero gestire ci sono degli inetti, devono essere allontanati o messi in galera a loro volta!!!!!!

    Report

    Rispondi

  • lucy

    25 Giugno 2011 - 20:08

    o portarli a casa di Basaglia! questa l alternativa!

    Report

    Rispondi

  • migpao

    25 Giugno 2011 - 18:06

    io avrei qualcuno da eliminare dalla faccia della terra ma non lo faccio, pur sapendo perchè mi piacerebbe eliminarli. questo invece ammazza due persone e non sa perchè... bho...

    Report

    Rispondi

blog