Cerca

Gelateria della Musica: a Milano un 'cono' tra i vip

In zona Navigli il laboratorio di Fabio Brigliadoro: lavorazioni in stile Ottocento e tanti ospti famosi: dalla Pausini a RadioDeejay

Gelateria della Musica: a Milano un 'cono' tra i vip
Gelato di qualità e passione per la musica. Su questi due ingredienti la Gelateria della Musica, nuovo progetto gastronomico-culturale che ha già conquistato i big della canzone italiana. Piero Pelù, Laura Pausini, Morgan e i dj di RadioDeejay hanno tenuto a battesimo il laboratorio artigianale lanciato  dall'eclettico chef (ed ex musicista) Fabio Brigliadoro in via Pestalozzi a Milano. "Il mio impegno, chiaro sin dal nome che ho scelto, 'Gelato Bistrot' - spiega Brigliadoro - è di riportare in vita la tradizione gastronomica ottocentesca. Lavoro come si faceva una volta, solo un po' meglio, perché la tecnologia mi permette cose prima impossibili. Come allora uso solo ingredienti naturali, latte, panna e zucchero a cui aggiungo di volta in volta il gusto scelto". La rosa dei gusti è sterminata: stracciatella di fragole in primavera, in estate gelsi neri e fichi d'India o mojito, particolarità dell'autunno le castagne all'antica cotte con foglia di alloro, litchis. Clementine o mascarpone, miele e noci in inverno. E ancora il pistacchio di Bronte, la stracciatella di pistacchio iraniano e quello piccante, la pesca al Brachetto, la stracciatella di pere o l'immancabile pane, burro e marmellata.

Ospiti vip - A rendere più originale l’esperienza del gelato dell’atelier di via Pestalozzi, il connubio tra musica e golosità. Le melodie italiane e straniere si traducono in gusti: l’essenza, la personalità, le caratteristiche canore del musicista diventano piccole e irripetibili creazioni. Ne è esempio il gelato al burro di arachidi dedicato a Madonna, il cioccolato al sale rosa dell’Himalaya pensato per Tracy Chapman, la crema alla ricotta con l’olio, un sapore ricercato e complesso come la musica di Paolo Conte. In alcuni casi l’abbinamento è stato suggerito dagli stessi artisti: tra le vaschette del bancone è possibile trovare la stracciatella inversa per Morgan, la Nocciola del Piemonte in cui si è riconosciuta Laura Pausini o il cioccolato al peperoncino scelto da Piero Pelù. Piccole e insolite creazioni elaborate con l’aiuto delle pop star che hanno tenuto a "battesimo" i sapori creati su misura per loro. Una ricetta di qualità che ha fatto guadagnare alla Gelateria della Musica una citazione sulla prestigiosa guida milanese di Gambero Rosso nel 2010 e nel 2011.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog