Cerca

Pisapia farà cassa coi posteggi Segnalati al fisco gli abusivi

Il sindaco di Milano annuncia la stretta sui furbetti incivili. Ma poi esagera: all'Agenzia delle entrate chi ruba il posto ai disabili

Pisapia farà cassa coi posteggi Segnalati al fisco gli abusivi
Patente, libretto e denuncia dei redditi. Tra poco gli automobilisti milanesi saranno costretti a conservare il loro 740 insieme ai documenti della vettura. Per ora è solo un paradosso, che però ci serve a introdurre l’idea - verissima - degli assessori alla Mobilità del capoluogo lombardo, Pierfrancesco Maran, e alla Polizia locale, Marco Granelli, per colpire quanti  parcheggiano senza permesso la loro vettura negli spazi riservati ai disabili. Un’infrazione odiosa, che ogni anno viene punita con oltre 10mila contravvenzioni, non sufficienti però a scoraggiare l’esercito di milanesi indisciplinati. Gli assessori pensano questo: se un automobilista è insensibile al punto da impedire al concittadino portatore di handicap di poter parcheggiare agevolmente la sua vettura nell’apposito spazio, vuol dire che non ha senso civico. Quindi, come minimo, è un evasore fiscale. Per questo, va segnalato all’Agenzia delle entrate per i dovuti accertamenti.  Con i tagli sui trasferimenti previsti dalla manovra, i Comuni diventeranno ancora più assetati di soldi. E visto che il denaro recuperato dall’evasione fiscale rimarrà nelle loro casse, gli assessori hanno messo in moto i cervelli per tirare fuori l’idea anti-nero più originale. E quella di Maran e Granelli, se non al primo posto, ha buone chance di piazzarsi nella top ten. Se non fosse che non è loro. Londra, si legge in un’agenzia, la applica da tempo. Ma non per questo si trasforma in un’idea brillante.
Parcheggiare l’auto negli spazi riservati ai disabili è un’infrazione odiosa. Evadere il fisco è un reato, in Italia mai perseguito come si deve, ora diventato un capitolo della nostra politica economica. Tutto giusto. Ma addirittura inserirli nella stessa equazione sembra più un arrampicarsi sugli specchi che una seria soluzione al problema.
«Siamo pronti a scommettere che nel giro di pochi mesi il numero delle multe non sarà più così alto», dicono i due assessori. La loro tesi si basa sulla possibilità che «a tali comportamenti irregolari ne possano corrispondere altrettanti, ad esempio in materia fiscale. Per questo consideriamo utile lo strumento dell’accertamento presso l’Agenzia delle Entrate al fine di individuare trasgressioni anche di altre norme». Partendo da questo principio si potrebbero ipotizzare indagini fiscali anche per quanti viaggiano sui mezzi pubblici senza biglietto. Se l’obiettivo è quello di combattere l’evasione, si modernizzino gli uffici, si incrocino i dati per vedere se chi ha una vettura da 100 mila euro se la può permettere. E a chi parcheggia nei posti riservati ai disabili, si sequestri l’auto, piuttosto. È una punizione comprensibile. E in più si eliminano i sospetti di un’amministrazione che ha come unico scopo quello di fare cassa. Siamo un Paese con scarso senso civico e che tende a “premiare” e persino idealizzare i furbi. La proposta dei due assessori però, non ci sembra possa insegnare nulla a nessuno. Sempre che questo sia lo scopo.

di Antonio Spampinato


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • pippoCdZ1

    08 Settembre 2011 - 08:08

    Che tristezza sapere che una persona così è mio connazionale. Penso che le frasi che ha scritto siano veramente indegne per un uomo.

    Report

    Rispondi

  • pippoCdZ1

    08 Settembre 2011 - 08:08

    Il fatto che diversi berlusconiani si dichiarino favorevoli a questo progetto mi fa molto piacere. Trovo che queste stesse persone dovrebbero rileggere l' articolo, valutare come è presentato il progetto dal giornalista e trarre le conclusioni sulla qualità di questo giornale.

    Report

    Rispondi

  • nastydusty

    07 Settembre 2011 - 21:09

    @guderian ho un consiglio per te: se non hai una pistola vai a comprarla e sparati in bocca...senza te sicuramente sarà un mondo migliore

    Report

    Rispondi

  • gioele39

    07 Settembre 2011 - 18:06

    Voto da sempre per BERLUSCONI, ergo sono in disaccordo con quasi tutto di ciò che fa la sinistra (Pisapia in primis...), ma in questo caso sono totalmente d'accordo sulla misura annunciata dal Sindaco di Milano. Ritengo infatti che qualsiasi sanzione nei confronti di chi occupa abusivamente gli spazi, già troppo pochi, riservati ai disabili sia comunque troppo lieve. Và da sè che la prima cosa da fare è quella di controllare se i permessi esibiti sui parabrezza delle auto in circolazione siano validi ed inoltre se chi è alla guida abbia i requisiti per potere usufruire di detti permessi. Provate voi ad essere disabile come il sottoscritto ed essere costretti a cercare per ore un parcheggio riservato senza peraltro avere quasi nessuna speranza di trovarne di liberi! BRAVO SINDACO, NON MOLLARE! Dovrebbe esistere una legge che obbliga tutte le amministrazioni comunali a prendere gli stessi provvedimenti a tutela di una categoria di cittadini troppo spesso emarginata.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog