Cerca

Pisapia assume il suo amico Ottomila euro per chattare

Contratto succulento per 3 mesi all'esperto di social media. Curerà a spese dei milanesi la pagina di Facebook

Pisapia assume il suo amico Ottomila euro per chattare
Un sindaco all’avanguardia deve pensare a tutto. Anche a interagire con il popolo di internet, più abituato a smanettare con l’iPhone che ad apprendere le eroiche gesta della giunta arancione attraverso giornali e televisioni. Per mostrare il suo volto giovane e ipertecnologico, Giuliano Pisapia ha deciso di imbarcare a Palazzo Marino anche un esperto di nuove tecnologie. Obiettivo: «definire una strategia complessiva del sindaco e della giunta sui social media». In pratica, il sindaco di Milano ha bisogno di qualcuno che aggiorni ogni giorno le pagine personali di Pisapia su “Facebook” e  “Twitter”, le comunità virtuali dove la silhouette virtuale dell’ex parlamentare di Rifondazione comunista chiacchiera in tempo reale con i cittadini.

La scelta è caduta sul fedelissimo Massimo Chierici, 45 anni, esperto di internet e - soprattutto - responsabile del sito web di Giuliano Pisapia durante la trionfale cavalcata della campagna elettorale. Un rapporto di fiducia legittimo, come le poltrone riservate agli amici attraverso dallo spoil system della giunta. A pagare il ticchettio sulla tastiera dell’alter-ego virtuale di Pisapia, però, d’ora in avanti saranno i milanesi: il contratto, firmato dal capo di gabinetto Maurizio Baruffi, è stato vidimato il 29 settembre dalla tesoreria e pubblicato ieri sull’albo pretorio del Comune (anche nella sua versione on-line). La formula della collaborazione coordinata e continuativa durerà fino a fine anno, il tempo evidentemente utile per «elaborare una strategia della presenza del sindaco sui social media». Da mesi su Facebook Pisapia pubblica ogni giorno i comunicati di Palazzo Marino, incolla qualche articolo di giornale e modera il dibattito espellendo dall’arena virtuale gli utenti più scalmanati. Per tre mesi di lavoro, l’amministrazione pubblica verserà a Chierici un importo lordo di 8.525 euro. Poco più di 2.800 euro mensili per chattare su Facebook, “cinguettare” su Twitter e far soffiare il nuovo vento attraverso i monitor dei milanesi.

La webconsulenza si aggiunge alla montagna di contratti pubblici già riservati a personale «amico» per oltre di 2,2 milioni di euro annui. Un’abbuffata di poltrone legittima ma sempre negata in questi mesi dalla nuova amministrazione. Dopo i mal di pancia dell’Italia dei Valori, gli incarichi di Pisapia sono finiti nel dossier dei precari del Comune. Lavoratori «invisibili», che nella  maggioranza dei casi hanno sostenuto Pisapia in campagna elettorale e sono stati poi scaricati dalla giunta. Ieri gli atipici hanno manifestato di fronte agli uffici di via Bergognone; quindi si è tenuto l’incontro tra l’assessore Bisconti e i sindacati. La richiesta delle sigle: «Più attenzione per i precari».

di Massimo Costa

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • antorno

    15 Ottobre 2011 - 13:01

    Molti lettori pensano,che i soldi dati a Bossi Jr o la Signorina Minetti siano uno scandaloso sperpero. Questo non legittima affatto un ulteriore spreco di soldi per un'attività banale,del solito amico dei soliti noti,ovvero della giunta Pisapia. Se un esempio di "diverso modo di amministrare" e che a Milano "si cambia per davvero" con la nuova giunta,questa era una splendida occasione per dimostrarlo ! Ma purtroppo,nei comportamenti quotidiani,resta il solito andazzo.

    Report

    Rispondi

  • ilvetto_1

    13 Ottobre 2011 - 12:12

    ....mi piace!!!

    Report

    Rispondi

  • Cesare Infedele

    13 Ottobre 2011 - 11:11

    scommetto che l'amico di pisapippa è anche islamico.

    Report

    Rispondi

  • giovanna d'arco

    13 Ottobre 2011 - 11:11

    se la metta via e si dia una calmata. Pisapia ha vinto le elezioni, grazie ai milanesi. Parli a nome suo, oppure si trasferisca in un comune amministrato da PDL o Lega.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog