Cerca

Milano, la svolta di Pisapia: si parla cinese anche a scuola

Per la prima volta nominati due insegnanti di cinese a un liceo linguistico. L'assessore Guida: "Coerente con necessità della città"

Milano, la svolta di Pisapia: si parla cinese anche a scuola

Milano parla cinese, e non solo nella Chinatown  di via Sarpi e dintorni. Il Comune ha assunto a tempo indeterminato tre nuovi docenti per il civico liceo linguistico Alessandro Manzoni, zona Stazione Centrale: un insegnante di lingua spagnola e, per la prima volta, due insegnanti di cinese. "La scelta dell'amministrazione, che ha proceduto con queste nuove assunzioni restando nei limiti consentiti dal Patto di stabilità - spiega la vicesindaco della giunta Pisapia e assessore all'Educazione Maria Grazia Guida - conferma l'intenzione di investire sulle scuole civiche paritarie valorizzandone, in particolare, gli aspetti più innovativi in termini di offerta didattica e coerenti con le necessità reali della città". A Milano i cinesi sono 15.244, l'8,4% di tutti gli stranieri residenti in città, con oltre 2.200 imprese individuali. Con l'Expo sempre più vicino, imparare il cinese può diventare un'esigenza anche per i milanesi purosangue.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • franziscus

    11 Gennaio 2012 - 10:10

    in memoria del "grande balzo in avanti" del compianto "grande timonire" lui compie il grande passo in avanti con l' insegnamento del cinese a scuola. Io penso che ormai il titolo di "caro timoniere" gli spetti di diritto !

    Report

    Rispondi

  • capitanuncino

    08 Gennaio 2012 - 08:08

    Così quando lo mandano aff....non ci capisce un czz.

    Report

    Rispondi

  • ghorio

    07 Gennaio 2012 - 18:06

    Sinora non ero a conoscenza che i comuni possano provvedere alla nomina di insegnanti per i licei civici, dei quali per il vero ignoravo l'esisestenza. essendo l'istruzione media e superiore di competenza dello Stato, come del resto, da molto tempo, delle materne, mentre per gli asili nido la cosa è un p0' diversa. Pertanto apprendere che il comune di MIlano abbia assunto tre insegnanti di lingue, due per la lingua cinese e uno per la lingua spagnola, mi porta fuori della realtà. Sono i misteri di un'Italia sempre più strana con il comune di Milano che non mi pare la quintessenza dell'efficienza per i servizi ai cittadini e poi assume tre insegnanti per un liceo civico linguistico. Aspetto una piccola lezione di spiegazioni. Giovanni Attinà

    Report

    Rispondi

  • Nic53

    07 Gennaio 2012 - 16:04

    Il sig. Pisapia,e'un grande uomo. Aveva dimostrato di esserlo,gia' durante la campagna elettorale delle amministrative. Ora,con questo passo avanti ( grande passo avanti ,direi) di far insegnare Cinese nelle scuole,ha confermato,e dato esempio.Speriamo possa durare,e fare sempre meglio.

    Report

    Rispondi

blog