Cerca

Niccolò, il vigile corretto che aiutava i disabili

L'agente prestava servizio di quartiere a Bovisa dopo aver vinto dieci anni fa un concorso interno tra i dipendenti comunali

Niccolò, il vigile corretto che aiutava i disabili

Faceva il volontario per aiutare i portatori di handicap, era un vigile di quartiere stimato da tutti. Oggi lo piangono tutti i colleghi che non si danno pace per la sua assurda morte. Niccolò Savarino era diventato vigile dopo essere stato per anni un impiegato comunale. Aveva vinto un concorso interno ed era diventato agente di polizia locale da una decina d'anni. Savarino, di 42 anni, faceva prevalentemente il vigile di quartiere ed era considerato un collega "buono e dal temperamento molto calmo", non certo uno che voleva strafare ma una persona posata e competente. Niccolò era originario della Sicilia "ma ormai era un nordico come tutti qua, perchè si era trasferito a Milano molto giovane". Savarino abitava a Rho (Milano) insieme del fratello, non era sposato ma fidanzato. I suoi genitori, invece, abitano in un paesino vicino a Licata (Agrigento). 

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog