Cerca

Pisapia spalanca gli asili ai figli dei clandestini

La giunta di sinistra di Milano toglie i paletti messi dalla Moratti non 2008: l'accesso dei baby-irregolari sarà incondizionato

Pisapia spalanca gli asili ai figli dei clandestini

Nuovi criteri a Milano per  iscrivere i bambini alle scuole d’infanzia nel 2012-2013. Li ha   comunicati il vicesindaco e assessore all’Educazione Maria Grazia Guida.  La novità principale riguarda l’apertura incondizionata alle iscrizioni per i bambini che, si legge nella circolare, “sono  presenti abitualmente nel Comune di Milano e privi di una residenza anagrafica. E' nostra intenzione - ha precisato la vicesindaco -   non penalizzare i figli di cittadini col permesso di soggiorno scaduto  o non in regola. La vecchia Amministrazione accoglieva con riserva   l'iscrizione di questa tipologia di bambini e, perciò, era stata   condannata in quanto il provvedimento era stato ritenuto   discriminatorio. Noi abbiamo aperto a tutti perchè anche la nostra  Costituzione, con l’articolo 31, ci richiama alla tutela dell’infanzia  e, con l’articolo 34, alla garanzia del diritto allo studio per   tutti”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Giuseppe da Milano

    05 Febbraio 2012 - 21:09

    in ogni caso esprimo un mio pensiero: Questo Sindaco "che io non ho votato" si meriterebbe questo trattamento: Prenderlo per un'orecchio e portarlo fuori dal territorio Milanese a pedate nel sedere. Un saluto a tutti

    Report

    Rispondi

  • Odescalchi

    05 Febbraio 2012 - 10:10

    Ricordato sarà per i danni della sua strana idea politica. Meglio STALIN, almeno difendeva i suoi. I 1.300 bambini in attesa di asili e posti figli, immagino di genitori pagatori di tasse, diverranno elettori anche loro. Chi si sente vittima di un'ingiustizia, poi si vendica nell'unico modo oggi possibile: il voto, visto che i forconi rivoluzionari sono fuori moda. I Milanesi, storicamente buoni e gentili, quando s'incazzano diventano cattivi. Vedasi la fine di Bellarmino. Auguri al sindaco.

    Report

    Rispondi

  • eureka.mi

    04 Febbraio 2012 - 19:07

    Ma i clandestini le tasse le pagano? Non credo, allora anche i genitori italiani che portano i loro figli ai nidi si dovrebbero adeguare ai clandestini.

    Report

    Rispondi

  • edelweiss

    03 Febbraio 2012 - 21:09

    Da quando c'è Pisapia a Milano i più felici sono i rom, gli islamici ed i clandestini. Il buonismo folle di quest'uomo sciaguratamente eletto da milanesi stanchi della Moratti, sta portando Milano su una strada pericolosa. molto pericolosa. Di buonismo di muore, non subito, ma lentamente, inesorabilmente. E quando i milanesi se ne accorgeranno, sarà troppo tardi per tornare indietro.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog