Cerca

Scende dalla torre il simbolo della protesta Wagon Lits

Stazione centrale di Milano, dopo 78 giorni a 30 metri d'altezza torna a terra Oliviero Cassini. Ora resta solo un operaio

Scende dalla torre il simbolo della protesta Wagon Lits

Ha resistito due mesi e mezzo e poi, alle 4.10 di giovedì mattina Oliviero Cassini è sceso dalla torre faro della Stazione Centrale di Milano. Era lui l'uomo simbolo della protesta dei lavoratori della ex Wagon Lits, protesta che va avanti ora grazie a Stanislao Focarrelli, 37 anni di Voghera, che era salito sulla torre lo scorso 3 febbraio. Cassini aveva iniziato lo scorso 8 dicembre la sua protesta contro il taglio dei treni notturni che ha provocato il licenziamento di 800 dipendenti della Wagon Lits. Vedovo con una figlia, è sceso dopo 78 giorni di permanenza ad oltre 30 metri di altezza. "Era stremato", dice Angelo Mazzeo, rsu Wagon-lits Filt-Cgil. "Cassini non stava bene - aggiunge Mazzeo - ed è per questo che ha deciso di scendere". Non è chiaro cosa intendano fare i lavoratori, colleghi di Cassini, ovvero se procedere o meno con una 'sostituzione': al momento si sta tenendo un’assemblea al binario 21 dove gli ex lavoratori di Wagon Lits hanno allestito un campo di sostegno ai manifestanti della torre.


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • italibero

    09 Marzo 2012 - 12:12

    Sono rimasto disoccupato varie volte per circa tre anni ma non ho mai pensato di imporre agli altri i miei problemi e le mie aspirazioni con delle piazzate da bambini capricciosetti e un po' prepotentelli.Si cerca di adeguarsi alla situazione riciclandosi e rimettendosi in gioco anche se e' dura. Se hai cambiato parecchi lavori per adeguarti al mercato del lavoro trovi sempre piu' spesso "imprenditori" che -al colloquio di lavoro-ti chiedono come mai hai cambiato tanti posti di lavoro.A questo punto un vaff'.. e' quasi spontaneo

    Report

    Rispondi

blog