Cerca

Azzannato da branco di cani Muore anziano a Milano

Il pensionato stava percorrendo una strada di campagna nel quartiere Baggio quando dei randagi lo hanno attaccato dilaniandolo

Azzannato da branco di cani Muore anziano a Milano

Azzannato da sei cani randagi Muore anziano a Milano

 

 

 

E’ morto l’anziano aggredito da un branco di cani ieri pomeriggio in un campo a Baggio, alla periferia di Milano. La vittima, un pensionato di 74 anni, era stata circondata da cinque o sei randagi che lo avevano attaccato procurandogli molteplici ferite. L’intervento di un contadino di passaggio, che ha sottratto il pensionato dal branco, e i successivi soccorsi non sono valsi a salvargli la vita. L’uomo è spirato all’ospedale San Raffaele, ucciso dalle conseguenze dei morsi e dal grave choc riportato.
Gaetano G. era originario di Bologna ma viveva da tempo in provincia di Como. Si trovava a Milano per fare visita ad alcuni amici e aveva lasciato la macchina per percorrere a piedi la strada immersa nelle campagne che sembra conoscesse bene. All’improvviso l'aggressione da parte del branco.

La tragedia del pensionato è solo l'ultima di una lunga serie che mette in evidenza un'emergenza finora sottovalutata.

28 FEBBRAIO 2012: Un camionista siciliano di 50 anni muore   sbranato da un branco di cani randagi. Il suo corpo viene trovato nel   piazzale di una ditta di autotrasporti in località Biscottino, a   Collesalvetti, in provincia di Livorno. L’uomo viene aggredito mentre   sta agganciando un rimorchio, ma il suo corpo viene ritrovato vicino   ad una recinzione. I cani prendono a morsi in varie parti del corpo,   in particolare alle gambe, che vengono trovate scarnificate. Tracce di  sangue e resti dei vestiti della vittima sono rinvenuti in tutto il   piazzale della ditta.

25 MARZO 2011: Due pastori tedeschi, poi catturati, sbranano   un anziano di 84 anni, originario di Carovigno, in provincia di   Brindisi. L’uomo, Leonardo Ancona, è stato trovato morto nelle   campagne di contrada 'Selvà a pochi chilometri dalla cittadina dal   figlio che era uscito a cercarlo perchè non l’aveva visto rientrare a  casa.

24 GENNAIO 2011: Un bambino di due anni viene ricoverato in   gravi condizioni in ospedale dopo essere stato azzannato alla testa da  un cane a Villa Minozzo, in provincia di Reggio Emilia.

18 DICEMBRE 2010: Un neonato viene azzannato da   un cane nel piacentino. Per fortuna la ferita non è grave.

1 NOVEMBRE 2010: Un uomo di 62 anni finisce in ospedale dopo   essere stato azzannato alle mani e alle gambe da un pitbull a Roma, in  via del Pergolato, nel quartiere di Centocelle. L’uomo sta portando a   spasso il suo cane quando un pitbull si scaglia prima contro l'animale, uccidendolo, e poi contro di lui. Una guardia giurata, che   assistite alla scena, esplode un colpo di pistola contro il pitbull e lo uccide.

29 OTTOBRE 2010: Un giovane 21enne di Piano Tavola, in provincia di Catania, viene morso gravemente da un pitbull al viso e   alla mano. Il ragazzo rimane sfregiato con 31 punti in faccia e la   rottura di una falange. La vittima aveva 'adottato' il cane da alcuni giorni.

16 OTTOBRE 2010: Minuti di panico in via Liguria, a Firenze. Un cane rottweiler di 60 chili sfugge al controllo della padrona, azzanna la donna a una mano e poi semina il terrore tra i passanti. Il quadrupede azzanna alla caviglia una ragazza in motorino e si scaglia   anche contro un uomo intervenuto in soccorso della giovane. Alcuni   passanti avvertono la polizia. Sul posto intervengono gli agenti: il   rottweiler si avventa anche contro di loro e i poliziotti, per evitare  ulteriori guai, gli sparano uccidendolo.

27 AGOSTO 2010: Una bambina tedesca di 6 anni   viene improvvisamente azzannata al volto dal suo cane, con il quale   stava giocando a Proves, in Alta Val di Non. La bambina viene   prontamente soccorsa e le ferite non sono gravi.

6 AGOSTO 2010: A Foggia, un bimbo di due anni viene azzannato   dal rottweiller del nonno. Sei giorni dopo muore.

6 AGOSTO 2010: A Genova, un poliziotto, viene azzannato alla   gola da un pitbull. A salvarlo è un collega che spara all’animale con  la pistola di ordinanza. I due agenti si erano presentati alla porta   di un’abitazione per accertamenti di polizia giudiziaria.

12 LUGLIO 2010: In provincia di Trento, un bambino di 4 anni   viene aggredito da un pastore tedesco al Villaggio San Valentino di   Brentonico, in provincia di Trento.

4 LUGLIO 2010: Nel palermitano, un bambino di tre anni e mezzo  viene aggredito da un cane a Belmonte Mezzagno. Il piccolo viene morso  alla testa da un pastore maremmano randagio. I genitori riescono a   intervenire immediatamente e a sottrarre il bambino dalla morsa   dell’animale.

9 GIUGNO 2010: Un bambino di due anni viene azzannato da un   cane randagio a Partinico (Palermo). Dopo l’aggressione, il bambino   viene trasportato in ospedale ma poi trasferito d’urgenza al 'Civico'   di Palermo per una profonda ferita al volto.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Il_Presidente

    08 Marzo 2012 - 14:02

    mettiamo tutti i randagi nelle camerette dei figli di quegli animalisti adoratori dei cani. Tanto per queste esemplari persone che si mettno di traverso agli abbattimenti, la compagnia di un cane è meglio di quella di una persona!

    Report

    Rispondi

  • Il_Presidente

    04 Marzo 2012 - 23:11

    di creare strutture per alloggiarli e mantenerli non se ne parli proprio. Non ci sono soldi per aiutare le persone e manteniamo animali sporchi e ringhianti? Questo dei randagi è un problema grave. Ok, la colpa è di chi li abbandona... ma questo non risolve la cosa! I cani sono e restano in strada e sono un grave pericolo. Conosco chi ha rischiato veramente di brutto con branchi di randagi. E'impossibile monitorare tutti i padroni di cani e multarli pesantemente per l'eventuale abbandono (sarebbe l'ideale, ovvio). Ovvio che deve prevalere il diritto dell'uomo alla sicurezza, decoro, igiene... non si discure proprio. Bisogna smontare l'animalismo talebano modaioo che imperversa e abbattere i randagi nel modo più rapido ed indolore possibile. Non è bello, ma bisogna farlo.

    Report

    Rispondi

  • nick2810

    04 Marzo 2012 - 20:08

    pubblicate il mio c0mmento

    Report

    Rispondi

  • nick2810

    04 Marzo 2012 - 14:02

    ok non avete capito il mio discorso ma me lo aspettavo da gente come voi...in fondo ragionare sembra non essere il vostro punto di forza....comunque va bene così....l'abbattimento è una soluzione momentanea ad un problema che poi si presenterà sistematicamente...questa situazione ha radici ben più profonde di quello che si pensa per fortuna quelli come voi non hanno la possibilità di prendere decisioni....

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog