Cerca

Boom di mamme adolescenti Milano, record aborti selettivi

Cresce numero di ragazzine che restano incinte e decidono di interrompere la gravidanza per decidere il sesso

Boom di mamme adolescenti Milano, record aborti selettivi

Sono sempre di più le adolescenti che affrontano una gravidanza a Milano. Ragazzine per la maggior parte provenienti dai quartieri Barona e Baggio, e dai comuni limitrofi: aree dove si registrano un alto tasso di abbandono scolastico, devianze e famiglie multiproblematiche. Le statistiche descrivono adolescenti con alle spalle vissuti difficili, storie di abusi o orfane dall’infanzia e con un futuro non facile. I numeri, divulgati da Leggo, sono quelli di un fenomeno che non può essere sottovalutato: in 300 si sono rivolte al consultorio e il 60% ha deciso di abortire. Le altre hanno tenuto il bambino ricevendo nella maggior parte dei casi un aiuto concreto dal Progetto Giovani Mamme attivo all’ospedale San Paolo.  Intanto, racconta Leggo, il Centro antiviolenza «Soccorso Rosa» dell’Ospedale San Carlo e il Comune di Milano lanciano l’allarme per la gli aborti selettivi nelle comunità cinese e indiana, che porta la differenza fra il numero di maschi e di femmine da un fisiologico 5% al 10-15%.


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • capitanuncino

    29 Marzo 2012 - 14:02

    In certe società arretrate,vuoi per ignoranza,vuoi per concetti inculcati in menti già bacate di per se stesse,gli aborti selettivi non sono una novità.Quando le infrastrutture lo consentono.Vale a dire quando ci sono ospedali in grado di stabilire il sesso del nascituro.Diversamente la selezione la fanno quando nasce.Se è maschio vive.Se al contrario è femmina l'ammazzano subito.Lasciamo perdere quello che ho visto in Cina.M*****detti Crepassero tutti.

    Report

    Rispondi

  • Il_Presidente

    29 Marzo 2012 - 14:02

    ma guai a parlare di morale, dignità e continenza in questo schifo di società allo sbando.

    Report

    Rispondi

blog