Cerca

Notte di eventi

Capodanno 2015, dai Subsonica al Circo Massimo alla dance in Salento: tutte le feste da non perdere

0
Capodanno 2015, dai Subsonica al Circo Massimo alla dance in Salento: tutte le feste da non perdere

Tanto sud e tante soluzioni low cost. Queste le parole chiave per un Capodanno scoppiettante. Magari in discoteca, dove i prezzi, rispetto al passato, spesso non esigono portafogli così cicciotti. O, perché no, in piazza, dove le feste sono gratis.

Feste in piazza, da Roma al lago - Al Circo Massimo di Roma, per esempio, ci sono i concerti gratuiti dei soliti Subsonica e del cantautore Mannarino e pure un bel dj set di Daddy G dei Massive Attack. Sono low cost alcune soluzioni per chi decide di cenare, ballare e pernottare dalle parti del Lago di Como e godersi appieno le sue bellezze. Spicca, per stile e qualità, quella del Lido di Bellagio (Co), che dopo l'ennesima estate al top riapre i battenti per una serata in collaborazione con l'Hotel & Restaurant Silvio. House di qualità e champagne in quantità al Made Club Como, con interessanti soluzioni per cenare, scatenarsi in pista e pernottare disponibili sul sito del locale. Decisamente low cost è poi il Capodanno dello scatenato Cash Back di Zanica (Bg): ingresso e cenone a 55 euro. Chiude il cerchio il Charleston di Treviglio (Bg), dove il prezzo è appena più alto e infatti prima si cena "da re" e poi si brinda e si balla con la Straband, Francesco Ciocca di Radio Deejay e la vocalist Kristal.

Dal Cocoricò a Firenze, tutta dance - Piccola ma doverosa parentesi underground. Al Cocoricò di Riccione, nell'intramontabile Piramide, va in scena una 12 ore no stop in grado di radunare solo il meglio della scena elettronica mondiale, ovvero top dj come Maceo Plex, Dixon, Leon, Ilario Alicante, Idriss D e Carola Pisaturo. E se Firenze risponde a tono con l'immenso Sven Väth all'Obi Hall e il più cerebrale Marco Carola al Tenax, Roma punta ancora più in alto con Amore Festival 2015 e colossi techno come Chris Liebing, Richie Hawtin e Ricardo Villalobos, oltre ai milanesi Tale of Us.

Dalla Basilicata al Salento - Per il sud, vista l'abbondanza di feste al top, è facile intuire una vitalità turistica in espansione anche in pieno inverno. Per esempio: al Palace, nella suggestiva Matera, mette i dischi l'inarrestabile Silvio Carrano. E' il suo 18esimo Capodanno in console e finalmente, spiega, "sono finiti i tempi delle vacche grasse per chi raccoglieva cifre discrete con feste truffa. Per portare a casa la pagnotta, bisogna essere credibili sempre". Anche l'allegra ciurma del Samsara Tour il 31/12 fa tappa in Basilicata, tra l'Hotel Palatinum di Metaponto (Matera) e il Mhaè di Potenza. Il giorno dopo, ecco il bis, ma in Piazza San Pietro, a Galatina (Le). "I club hanno fatto passi da gigante visto che in passato i Capodanni erano più allegorici, spesso organizzati come nei film dei Vanzina", si lascia andare Danilo Seclì, dj di punta del Samsara.

"Grazie ai festival" - Sempre nel cuore pulsante del Salento, il 31/12, il conterraneo Savi Vincenti fa ballare ben due locali di Gallipoli (Le): il Villa dei Fiori prima e il Premiere poi. Mentre un veterano del mixer come Stefano Pain è pronto a ribaltare a colpi di EDM il parco divertimenti Miragica di Molfetta (Bari). "Negli ultimi due anni si è riacceso l'interesse per un certo tipo di feste che nei primi 2000 sono passate in secondo piano per dar spazio all'immagine. Dobbiamo dire grazie anche ai festival", è l'analisi efficace di Pain. Insomma, con buona pace di chi per anni si è lamentato del contrario, in Puglia si fa festa anche d'inverno.

Il "modello" Fauno - Non è da meno, in quanto al binomio feste e turismo, la magica Sorrento (Na), in Campania. Qui la meta notturna prediletta da italiani e stranieri è il Fauno, che resta aperto 365 giorni l'anno. Anche il 31/12 la qualità è la stessa dei party settimanali visto che in console si danno il cambio l'internazionale Max Zotti e il resident Mastromano. E ad incantare il pubblico ci pensano le performer di Opera Circus. Un modello, quello dello storico locale di Piazza Tasso, talmente collaudato che ad alcuni club basterebbe solo imitarlo per dimenticarsi completamente della crisi.

di Leonardo Filomeno
@l_filomeno

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media