Cerca

Musica

Nuovo disco di Frak feat. Michela Danese
Forse è amore

0
Nuovo disco di Frak feat. Michela Danese Forse è amore

"Si chiama “Forse è amore” il nuovo brano di Luigi Fracchiolla, in arte Frak, in collaborazione con la cantante Michela Danese in uscita venerdì 18 marzo, disponibile dalle ore 14:00 su tutte le piattaforme digitali a partire da youtube per arrivare a tutti i digital store e a tutti i servizi di streaming musicale.


Dopo il fortunato singolo "Basta Parlar" (2014), vero e proprio tormentone del web, arrivato a totalizzare migliaia di visualizzazioni senza il supporto di un'etichetta discografica e finito, a pochi giorni dall'uscita, su RAI 1 all'interno della rubrica "Do Re Ciak Gulp" di Vincenzo Mollica, e dopo il secondo singolo "Perennemente Trentenne", spaccato di una generazione di trentenni che non vogliono essere affatto considerati mammoni o bamboccioni, “Forse è amore” è il disco del ritorno per Luigi Fracchiolla che, affidandosi nuovamente alla talentuosa voce di Michela Danese, ormai un sodalizio vincente, utilizzando l'ironia che da sempre contraddistingue le sue produzioni, prova ad affrontare, con la giusta leggerezza, un argomento difficile e delicato come quello dell'amore.

Non la classica "canzone d'amore" ma un brano che va a toccare tutti quelli che sono i punti di forza e di debolezza del protagonista della storia raccontata che non è altro che "L'amore" in persona che, tra l'esser cinico e realista, racconta le sue paure, i suoi dubbi, i suoi sogni e le sue mille contraddizioni. 
Spesso, in amore, ci si perde tra quelli che sono i desideri e quella che è la realtà. 
Frak ci racconta una storia che mette in evidenza come, a volte, in amore conviene mettere da parte dubbi e incertezze e lasciarsi andare per godersi l'attimo e rimandare i brutti pensieri ad un altro giorno, come si fa con gli impegni che spostiamo sistematicamente ad un ipotetico "lunedì" non ben definito.

Tra ironia e provocazione Fracchiolla e Danese sognano altri tempi in cui l'amore era una componente fondamentale della vita di una persona e non, come oggi spesso accade, qualcosa da tradurre in tristi emoticons da racchiudere in uno smartphone. 
Di qui anche una critica, neanche tanto velata, al modo di approcciarsi nei rapporti interpersonali ai tempi dei social network, capaci di farci sentire virtualmente vicini ma realmente molto distanti.
Il brano racchiude in se un continuo contrasto di sentimenti, quindi, tra la voglia di gesti galanti, come un semplice mazzo di fiori, rievocando altri tempi, e la voglia di non pensare troppo a quello che sta accadendo buttandosi a capofitto in qualcosa anche di sbagliato ma che magari, anche per poco, ci fa battere il cuore. Il protagonista però, in questa continua altalena di contraddizioni, non smette mai di sognare e, nonostante qualche delusione, conclude dicendo: "Ma mi innamoro, un'altra volta, sperando in quella giusta altrimenti cosa importa?!", quasi a voler sottolineare che qualcosa di bello è sempre dietro l'angolo e che, a volte, bisogna voltare pagina col sorriso per costruire qualcosa di bello per il futuro, senza prendersi troppo sul serio. 

Il brano è scritto da Luigi Fracchiolla e prodotto insieme a Michela Danese, arrangiato e registrato all'EdRecords di San Severo (FG) a 4 mani con il maestro Edgardo Caputo, protagonista anche dell'assolo di piano finale. Mixato e masterizzato presso il Silver Room Studio (Bari) da Mirko Claudio.
Un brano dal sound distante dall'electro swing al quale Frak ci aveva abituati, accompagnato da un videoclip, disponibile su youtube da oggi, girato a Roma dal videomaker Antonio Pettinelli, per rendere omaggio alla città che entrambi gli artisti amano. Il progetto grafico è stato curato da Alessandro Zuppa.

Frak porta con se tutta l'esperienza degli ultimi due anni sfociati in importanti progetti musicali, come "La poesia, l'amore e la vita", in migliaia di ascolti totalizzati a livello nazionale e non e in remix (bootleg) suonati anche nelle più importanti radio online Electro Swing del mondo. Ultimo, in ordine di tempo, il premio ricevuto da Gianna Fratta in occasione della manifestazione Musica Civica, quale artista di capitanata "per l'indubbio talento e per dare lustro alla Puglia", ricevuto per il progetto "La mia città" insieme ad Antonio Parisi e Matteo Lombardi.
Fracchiolla & Danese, inoltre, hanno avuto l'onore, insieme anche alla bella voce di Mirella Foschi, che ha collaborato con Frak nel singolo Volare Via (2013), di aprire il concerto di Simona Molinari che, più volte, ha speso parole di stima proprio nei confronti del giovane artista San Severese e per le voci che accompagnano i suoi ultimi progetti.

Nei prossimi mesi ci sarà un'altra importante uscita discografica per Frak & Danese che pubblicheranno, il loro primo Cd ufficiale, un EP dal titolo "Vinili & Papillon" che, oltre a "Forse è amore" e "Basta Parlar" conterrà anche una cover esclusiva di "Un'estate Fa", brano portato al successo prima da Franco Califano e poi dalla stupenda voce di Mina.
Nel frattempo, Fracchiolla ha scritto anche il suo primo libro dal titolo "Il viaggiatore distratto" che vedrà la luce nei prossimi mesi e Michela Danese, cantante swing e jazz lavora in maniera molto attiva a progetti live in tutta Italia e, nello specifico, a Milano, città nella quale vive ormai da anni.

youtube.com/djfrak
twitter.com/djfrak
instagram.com/djfrak
soundcloud.com/djfrak
soundcloud.com/swing
facebook.com/luigifracchiolla
luigifracchiolla1@gmail.com
arch.zuppa@gmail.com"

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media