Cerca

Nuova vita

Paola Turci, l'incidente stradale nel 1993: "Stavo facendo provini con Ettore Scola, ma poi..."

1
Dopo 24 anni, Paola Turci racconta il suo incidente  e il suo sogno infranto

"Andavo a 80 all'ora, poi il crash, la macchina si è accartocciata e mi è venuto tutto addosso". Nella memoria di Paola Turci è ancora vivo dopo 24 anni il ricordo di quel terribile incidente sulla Salerno-Reggio Calabria. 13 interventi, sull'occhio e sul volto, e 100 punti di sutura le hanno stravolto la vita. "Stavo studiando teatro - ha raccontato a Matrix su Canale 5 - avevo fatto anche provini con Ettore Scola", ma quel sogno si è infranto per colpa di quello schianto. 

La cantante ci ha messo anni per accettarsi, il confronto con gli altri è sempre stato complicato: "Tutti gli occhi degli altri erano perfetti - ha detto al Messaggero - e per me era straordinaria questa normalità". Adesso però è tornata a concentrarsi su se stessa e mostra tutti i suoi difetti nell'autobiografia Mi amerò lo stesso, dove lascia spazio alle sue debolezze e cerca di liberarsi del timore di mostrarsi fragile. Delle cicatrici dice: "Più ne parli e più spariscono". C'è anche un tour in programma a partire da giugno, occasione per presentare l'ultimo album Io Sono, dopo l'ultima esperienza a Sanremo 2017. 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • eko992

    21 Febbraio 2017 - 16:04

    Darei via un rene per una donna così, altro che cicatrici che poi nemmeno si vedono.

    Report

    Rispondi

media