Cerca

norme

Sacconi: con Statuto lavori autonomi più welfare per partite Iva

Sacconi: con Statuto lavori autonomi più welfare per partite Iva

Roma, 27 gen. (Labitalia) - "Vedremo il testo quando sarà consegnato alle Camere: mi sembra che sarà per lo più dedicato alle tutela delle partite Iva e soprattutto di quelle più deboli". Così il presidente della commissione Lavoro del Senato, Maurizio Sacconi, parla con Labitalia del ddl che dovrebbe essere presentato in Cdm domani sul cosiddetto Statuto dei lavori autonomi. "A questo proposito -prosegue Sacconi- dovremo provvedere, per un verso, a sviluppare anche il welfare integrativo, per la dimensione del lavoro organizzata con partita Iva e, per l'altro verso mi auguro che il disegno di legge possa essere tale da favorire quanto più possibile il lavoro agile".

Sul lavoro agile "c'è un titolo del ddl, ci sono alcune disposizioni (anche se, per quello che sappiamo, sono un po' 'poverine', un po' datate, ma vedremo il testo definitivo): in ogni caso - afferma Sacconi- penso che il lavoro parlamentare possa fare molto per consentire la diffusione delle nuove tecnologie e con esse i nuovi lavori". Si tratta di valorizzare, sottolinea ancora l'ex ministro del Lavoro, "quei nuovi lavori che nell'interesse del lavoratore possono anche valorizzare le tecnologie e la professionalità allo stesso tempo con un piano straordinario che dovremmo varare".

Sacconi spiega che si tratta di "un piano straordinario che potremmo chiamare di alfabetizzazione digitale perchè, soprattutto in Italia, moltissimi sono i lavoratori che fanno mestieri routinari, legati alle vecchie manifatture, alle produzioni seriali, che dovremmo accompagnare a nuove competenze perché le nuove tecnologie fanno superare il lavoro routinario innanzitutto, ma non solo quello".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog