Cerca

norme

Torino: intesa tra Unione Industriale e Usr su alternanza scuola lavoro

Torino: intesa tra Unione Industriale e Usr su alternanza scuola lavoro

Torino, 22 feb. (Labitalia) - Agevolare l'incontro tra le scuole e le aziende dell'area torinese per creare rapporti di collaborazione che consentano di anticipare l'incontro tra giovani e mondo . E l'obiettivo del protocollo d'intesa sull'alternanza scuola lavoro, prevista dalla legge sulla Buona scuola, siglato oggi tra l'Unione Industriale di Torino e l'Ufficio scolastico regionale per il Piemonte. "L'alternanza scuola lavoro è una sfida importante per il Paese - ha sottolineato la presidente dell’Unione, Licia Mattioli -  la qualità delle risorse umane è essenziale per incrementare la competitività delle imprese. Le aziende hanno bisogno dei giovani, della loro creatività e del loro rapporto immediato e spontaneo con le nuove tecnologie e i giovani - ha concluso - hanno bisogno dell’incontro con il mondo del lavoro per capire meglio le loro vocazioni ed attitudini e per sviluppare in modo adeguato skill relazionali e competenze tecniche".

Tra i punti dell'intesa,  l’aggiornamento dei docenti su cultura d’impresa, tecnologie più avanzate, sistemi di organizzazione aziendale e sicurezza sul lavoro, su cui le scuole hanno l’obbligo di formazione degli studenti prima che questi entrino in azienda, la formazione congiunta dei referenti dell’Alternanza, sia quelli delle scuole che quelli delle aziende,  attività comuni di analisi dei fabbisogni professionali delle imprese, laboratori territoriali per l’occupabilità, e l'impegno dell'Unione ad individuare imprenditori ed esperti aziendali disponibili ad effettuare interventi didattici su specifici argomenti di natura tecnologica, economico-finanziaria, gestionale e sull’imprenditorialità. 

"Ancora una volta le imprese di Torino rispondono 'presente' - ha evidenziato Fabrizio Manca, direttore generale dell'Usr Piemonte -  con  l’Unione esiste un’antica e proficua collaborazione che questo profilo rende strutturale e stabile. L'Intesa punta infatti a creare le condizioni per rendere effettivi e concretamente praticabili da parte dei licei e degli istituti tecnici e professionali i percorsi di alternanza".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog