Cerca

Dopo i 100

Bolt, altro oro nei 200 senza record: "Io come Ali e Pelè"

19 Agosto 2016

1
Bolt, altro oro nei 200 senza record: "Io come Ali e Pelè"

"Non devo dimostrare nient'altro, cos'altro potrei fare per dimostrare al mondo di essere il più grande?". Usain Bolt mostra i muscoli dopo la doppia tripletta d'oro ai Giochi Olimpici in 100 e 200 metri. Nella notte italiana è arrivata la vittoria sul mezzo giro di pista, senza "promesso" record mondiale: il giamaicano chiude a 19.78, lo stesso tempo delle semifinali. Dietro di lui il canadese De Grasse (20.08) e il francese Lemaitre (20.12 e bronzo al fotofinish con l'inglese Gemili, suo stesso tempo).

"Io come Ali e Pelè" - Bolt, che potrebbe addirittura centrare la tripla tripla se riuscisse a vincere anche la 4X100 come a Pechino e Londra, non esita a paragonarsi ad altre leggende dello sport. "Sto provando a essere uno dei più grandi, come Muhammad AlìPelè - aggiunge - Spero dopo questi Giochi di essere assieme a loro". Poi una battuta sulla gara: "Sul rettilineo il mio corpo non rispondeva, sto diventando vecchio". In attesa della staffetta, guardando agli otto ori conquistati, Bolt non sa sceglierne uno in particolare, "sono tutti speciali anche se i 200 sono la mia gara preferita". Poi, come già lasciato intendere dopo i 100, conferma che a Tokyo non ci sarà: "Penso che questa sia la mia ultima Olimpiade".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • giacomolovecch1

    19 Agosto 2016 - 15:03

    ......buffone !

    Report

    Rispondi

media