Cerca

L'editoriale

Sindacati fuori dal mondo: l'Italia affoga, loro scioperano

14 Novembre 2014

6

D’ora in poi, invece di urlare «Piove, governo ladro», si potrà anche adottare la variante «Piove, sindacato ladro», visti gli stipendi di certi leader e viste sia le previsioni meteorologiche che quelle sindacali. Le prime inducono a ritenere che il maltempo imperverserà ancora un po’ sulla Penisola, le seconde invece spingono oggi a far uso della macchina per non rimanere a piedi. Incuranti della pioggia, delle esondazioni e dei disagi patiti da alcune migliaia di cittadini le cui case sono state invase dall’acqua, le organizzazioni confederali hanno infatti proclamato uno sciopero del trasporto in tutta Italia, lasciando a piedi - e dunque nel pantano - qualche milione di italiani. (...)

Clicca qui, acquista una copia digitale di Libero e leggi l'editoriale di Maurizio Belpietro

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • neottolemo

    15 Novembre 2014 - 16:04

    2^ commento: Ma sarà proprio lo sfacelo per cui le forze sane di questo paese prenderanno coscienza e coraggio per organizzarsi e reagire.Vede Direttore d'ora in avanti dimentichi la parola democrazia, è una parola abusata che non significa più niente.E infatti il paese non ritroverà la propria strada attraverso le solite vie elettorali. La saluto, non le mancherà materiale per il nostro LIBERO.

    Report

    Rispondi

  • neottolemo

    15 Novembre 2014 - 16:04

    Caro Direttore tutto procede secondo quanto avevo intuito al tempo elezioni 2013 come potrà vedere dai commenti che rilasciai come "neottolemo".La sinistra oltre che in parlamento è radicata anche nel paese grazie alle vecchie strutture PC. E perciò saremo costretti ad assistere al completo sfacelo del Paese senza poter fare nulla.

    Report

    Rispondi

  • QFrancesco

    15 Novembre 2014 - 07:07

    sai che divertimento...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media