Cerca

Appunto

Facci: Kung Fu palle

Facci: Kung Fu palle

È vero che Kung Fu Panda ha due padri? Gli italiani se ne fottono, ma Libero ha intervistato due bambini di 6 anni (Rocco e Alessandro) a proposito del dilemma più dibattuto negli ultimi tempi: è vero che il protagonista di Kung Fu Panda 3 (cartone animato della Dreamworks) ha un padre biologico e uno adottivo, come denunciato dall'impallinato Mario Adinolfi? È vero che il film insinua un «lavaggio del cervello gender ai bambini» come ha detto Mario Adinolfi? Ma soprattutto: è vero Mario Adinolfi? I due bambini intervistati hanno visto il film domenica (anche se i quotidiani continuano a scrivere che uscirà domani) e ci hanno detto questo: «No, il papà è uno solo, ma ha perso il figlio da piccolo», «l' altro non è un papà, è un papero, ha trovato il pandino e l' ha cresciuto», «un giorno poi si ritrovano, e Kung Fu Panda, alla fine, vuole bene a tutti e due». La redazione scientifica di Libero ha riscontrato che trattasi effettivamente di un' oca cignoide presente in Mongolia e in Manciuria, regioni cinesi in cui la stepchild adoption peraltro non c' è. Si rileva perciò che: 1) i bambini sono in grado di intuire che un panda non può essere figlio di un' oca 2) i bambini comprendono che un' oca, che ha cresciuto un panda trovatello, sia indisposta a farsi cacciare a calci nel culo da un padre biologico che si riappalesa dopo 30 anni 3) i bambini - non sappiamo Adinolfi - percepiscono che un panda e un' oca non possono ingropparsi.

di Filippo Facci

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog