Cerca

Appunto

Filippo Facci: (Mac) Donald

0
Filippo Facci: (Mac) Donald

I media statunitensi si stanno chiedendo se Trump abbia vinto anche grazie al suo modo di mangiare. Lui è scorretto anche in questo: fa il contrario degli Obama - che erano tutti ginnastiche e verdure - ed è patito di fast food, salta spesso la colazione, pranza alla scrivania, si abboffa a cena (inorridendo i nutrizionisti) e ama MacDonald, polpettoni, spaghetti, Coca Cola e insomma avete capito: mangia come la loro classe media, ed è la versione americana di come mangia la maggioranza di noi. Ce la tiriamo tanto, noi, ma poi affolliamo trattorie e pizzerie o ingolliamo toast veloci: il nostro celebre amore per la cucina riguarda una minoranza d' occasioni, purtroppo, e la maggioranza delle volte - come Trump - affrontiamo i pasti come un problema da risolvere. Ovviamente i dietologi l' hanno già dato per morto entro venti minuti, anche perché, non bastasse, Trump non fa sport e si sposta in macchina. Insomma, «non ha mai compreso l' alta cucina», scrisse il New York Times, facendogli un regalo elettorale. Ora vorrebbe tagliare le cene di Stato: «Dovremmo mangiare hamburger mentre lavoriamo». Forse è così, forse Trump ha vinto anche per queste cose: ma va detto senza compiacimento, in fondo è una riproposizione grezza del conflitto tra quello che l' uomo vorrebbe essere (posizione di sinistra) e ciò che l' uomo è (di destra). Estremizzate, la prima posizione portò al nazismo e al comunismo, la seconda ci vedrebbe ancora nelle caverne.

di Filippo Facci

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media