Cerca

Cosa succede in Vaticano

Filippo Facci: Papa Francesco fa i conti in tasca a Sky

Filippo Facci: Papa Francesco fa i conti in tasca a Sky

Il Papa meno carismatico della storia umana ne ha sparata un' altra, ormai è diventato l' idolo di chi sogna nuova brecce di Porta Pia. Qui bisogna stare attenti a non farsi fraintendere dai giornalisti di Sky, che ieri il Papa ha ufficialmente difeso nell' auspicio che «la loro situazione lavorativa possa trovare una rapida soluzione, nel rispetto dei diritti di tutti, specialmente delle famiglie». Come non essere d' accordo? Il Pontefice si riferiva al piano di riorganizzazione annunciato da Sky Italia che include licenziamenti e il trasferimento di SkyTg24 da Roma a Milano. Il Papa ha parlato di «manovre economiche e negoziati poco chiari» e ha pure detto che colui che toglie il lavoro all' uomo «fa un peccato gravissimo».

Poniamoci subito la domanda: che c' azzecca il Papa con Sky? Trattasi dell' ennesima ingerenza nelle cose del nostro Paese? La risposta è sì, indubbiamente. Il Papa, infatti, non ha fatto uno dei suoi discorsi estremamente generici (come quelli che fa sull' immigrazione, per capirci) sparpagliando citazioni bibliche per auspicare che il bene abbia la meglio sul male: ha citato un' azienda specifica e non altre, un caso e non altri, è passato dalle parabole evangeliche a quelle montate sui balconi. Anche se fosse solo l' idea di un suggeritore, e il Papa non ne sapesse un tubo - com' è probabile - l' effetto è lo stesso di quando si istituisce una giornata del ricordo per un determinato popolo: si incazzano gli altri.

In passato al Papa capitò di menzionare l' Ilva di Taranto, è vero, ma la vicenda riassumeva il rapporto tra uomo e ambiente oltre a toccare temi di salute pubblica: non era un appoggio sindacale. E qui, stra-ripeto, bisogna stare attenti a non farsi fraintendere dai colleghi di Sky: soprattutto in un periodo in cui nessun giornalista può dirsi al sicuro, visto che giornali e testate si chiudono come margherite serali e tanti giornalisti cedono il posto a impiegati della notizia. Infatti il punto è proprio questo: una risonanza ingigantita, come quella regalata dal neo sindacalista Francesco, lascia altri inevitabilmente nell' ombra.

È una legge fisica. Non stiamo a fare esempi di altri giornalisti malmessi per non incorrere nello stesso errore - anche se non siamo il Papa - e però torniamo inevitabilmente a chiedercelo: ma il Papa sa almeno di che parla?
Ne siamo quasi sicuri: no.

Esattamente come in passato parlò genericamente di droga o animali o immigrazione senza indicare soluzioni o perlomeno vie («amate il forestiero, perché anche voi foste forestieri nella terra d' Egitto») ora parla di «peccati gravissimi» senza spiegarci come dovrebbero comportarsi i giornalisti (a parte scioperare) o che cosa dovrebbe fare Sky in un regime di libero mercato. La verità, modesta, è che il Papa parla a vanvera, come ha fatto infinite volte a proposito anche dei giornalisti («le chiacchiere uccidono», «chiacchiere come terrorismo») denotando uno scollamento dalla realtà che sfiora il qualunquismo lapalissiano. Eppure, dalla sue parti, l' economia di mercato dovrebbero conoscerla: lasciando da parte altre ipocrisie (il Papa giunse a dire «se i conventi sono alberghi, allora paghino le tasse», dopodiché nulla è cambiato) nella Santa Sede sono per esempio alle prese con la fusione tra Radio Vaticana e il Centro Televisivo Vaticano, ossia una riorganizzazione non del tutto dissimile da quella che Sky dice di voler fare.

Non ci saranno licenziamenti, ma ci sara mobilità (come a Sky) e ci saranno quei prepensionamenti che tempo fa (carta canta) venivano assolutamente esclusi. In altre parole - esattamente come per l' immigrazione - il Papa fa prediche di principio e le soluzioni spuntano sul groppone altrui.

di Filippo Facci

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • maurizio sgarro

    18 Marzo 2017 - 20:08

    Il Papa meno carismatico della storia umana? Questa sì che è una bella sparata. Articolo che comincia male e finisce peggio. Pazienza

    Report

    Rispondi

  • rocc

    17 Marzo 2017 - 12:12

    in genere non seguo Filippo Facci per il suo accanimento a favore del delitto d'aborto, ma abortista o no, questa volta ha ragione, un po' come l'ottimo Socci; vorrei lodare qui nero48, anch'io come lui do l'8 per mille alla chiesa ortodossa italiana (non alle chiese ebraica, metodista o valdese, tutte sinistrorse), e come sempre ha ragione rossini1904

    Report

    Rispondi

  • heinreich

    17 Marzo 2017 - 10:10

    ha difeso i dipendenti sky perchè sky è quasi più papista di rai 1 ogni giorni ci rifila elogi su elogi su bergoglio ignorando completamente le numerose critiche che all'estero rivolgono al parroco komunista argentino.

    Report

    Rispondi

  • cittadino pagante

    17 Marzo 2017 - 10:10

    Facci ha ragione al 100% ! Chiacchiera a vanvera in casa di altri continue. E a casa sua? Auspica povertà rispetto per i minori. I suoi amici si dedicano al business come non mai ed a coprire preti pedolfili ! Non c'è mai stata tanta distanza tra il predicare ed il razzolare !

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog