Cerca

L'aria che tira

Vittorio Feltri: "Se fossi Renzi non andrei a sciare, con la sfiga che lo perseguita"

6 Marzo 2018

1
Vittorio Feltri: "Se fossi Renzi non andrei a sciare, con la sfiga che lo perseguita"

"Se fossi in Matteo Renzi non andrei a sciare perché con la sfiga che lo perseguita rischia anche di fratturarsi una gamba. Fossi in lui io resterei a casa". Vittorio Feltri, ospite di Myrta Merlino a L'aria che tira, su La7, critica il segretario del Pd dopo la pesante sconfitta elettorale: "E poi si è dimesso, appena appena. Ma o ci si dimette o non ci si dimette. Mi sembra tutto un gran pasticcio". E infine, conclude il direttore di Libero, "non capisco questo pregiudizio che con i 5 Stelle non si parla".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gigi0000

    06 Marzo 2018 - 15:03

    Si dimette, ma dopo e, almeno per una volta, ha ragione. Inoltre non andrà a sciare, ma intenderebbe partecipare attivamente alle consultazioni, almeno per evitare di premiare i presunti traditori Zanda e Franceschini.

    Report

    Rispondi

media