Cerca

Rauti

Indagata lady Alemanno
ormai la procura di Roma
è di casa in Regione Lazio

L'accusa è di abuso di ufficio per la proroga della dell’incarico di Nazzareno Cecinelli a segretario generale del consiglio regionale

Coinvolto nell'inchiesta l'intero ufficio di presidenza del Consiglio regionale. Anche la corte dei conti ha avviato un'indagine contabile
Indagata lady Alemanno
ormai la procura di Roma
è di casa in Regione Lazio

La procura di Roma ha avviato un’indagine per il reato di abuso di ufficio nei confronti dell’intero ufficio di presidenza del consiglio regionale del Lazio , tra cui il presidente, Mario Abbruzzese, e il Consigliere segretario Isabella Rauti, moglie del sindaco di Roma Gianni Alemanno, e altre quattro persone.  L'inchiesta riguarda la proroga dell’incarico di Nazzareno Cecinelli a segretario generale del consiglio regionale. Oltre al Presidente Mario Abruzzese e al consigliere di segreteria, Isabella Rauti, sono indagati anche il vicepresidente del Consiglio regionale, Raffaele D’Ambrosio, e gli altri consiglieri dell’Ufficio di presidenza, Gianfranco Gatti, Claudio Bucci e Bruno Astorre. Secondo quanto si è appreso l’inchiesta della Procura di Roma è stata avviata a seguito di un accertamento del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza. La vicenda si riferisce alla proroga dell’incarico del segretario generale de La Pisana, Nazzareno Cecinelli, che sarebbe dovuto andare in pensione. Anche la Corte dei Conti si è interessata della vicenda ed ha inviato un’inchiesta contabile.

roma

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • stres

    30 Ottobre 2012 - 10:10

    Peggio dei Pescecani! Caro Alemanno non bastavi tù a portare a casa tra i 15000 e 20000€ al mese ! Anche tua moglie! Altri 12000€! Italiani Poveri fessi! Ma quando se non adesso!! TRUCIDATELIIIII .....

    Report

    Rispondi

  • libero42

    29 Ottobre 2012 - 21:09

    E poi c'è ancora qualcuno che se la prende con i magistrati che fanno politica. Anzi ora si scopre che il maggior accusatore fa pure il ruba-galline facendosi pagare la casa e il centinaio di dipendenti di Palazzo Grazioli coi nostri soldi come un 'er Batman qualsiasi'. Logico che tutti i suoi accoliti vengano scoperti uno ad uno.La cuccagna è finita, speriamo.

    Report

    Rispondi

  • bepper

    29 Ottobre 2012 - 19:07

    Alla regione Lazio vogliono battere il record degli indagati in Lombardia, si sa i Romani do it better

    Report

    Rispondi

  • sentinella f

    29 Ottobre 2012 - 18:06

    Gli stipendi pubblici di molti dirigenti di tutte le amministrazioni non ultime le regionali,sviliscono il decoro di quel poco buon senso che rimane in questa Patria, amministrata da spendaccioni e affamati e lupi e delinquenti che continuano a ridicolarizzare i cittadini che sopportano i sovraccarichi di tasse inique. Le galere non basterebbero solo per loro, ne dovrebbero costruire il doppio di quelle che ci sono.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog