Cerca

L'agonia della Regione Lazio

La Polverini non schioda
Il Tar le impone le elezioni,
lei ricorre al Consiglio di Stato

Aut aut del tribunale amministrativo al governatore dimissionario: al voto entro l'anno o interviene il Viminale

L'ex sindacalista però non cede e insiste sulla sua linea ovvero election day regionale e taglio dei consiglieri da 70 a 50
La Polverini non schioda
Il Tar le impone le elezioni, 
lei ricorre al Consiglio di Stato

Il Tar del Lazio è stato chiaro: l'agonia della Regione Lazio deve finire entro l'anno e Renata Polverini dovrà mollare la poltrona da governatore che continua ad occupare nonostante abbia dato le dimissioni. Ha cinque giorni di tempo l'ex governatrice per decidere la data delle nuove elezioni regionali, altrimenti interverrà il Viminale. Ma l'ex sindacalista non ci pensa proprio. Non vuole schiodare e invece di attenersi alla sentenza del Tribunale amministrativo, chiamato in causa dal Movimento Difesa del Cittadino, che le ha imposto ieri di andare al voto entro 90 giorni dallo scioglimento del Consiglio, cioè entro il 28 dicembre, ricorre al Consiglio di Stato. La Polverini insiste sulla sua linea, ovvero election day regionale e taglio dei consiglieri da 70 a 50. "Devo rispettare lo Statuto della mia Regione", spiega. Per il Tar, comunque, sia il riordino delle province sia "la mancata riduzione dei consiglieri" non sono motivi validi per ritardare le urne. Ecco perchè ora, per i magistrati, Polverini deve fissare la data "entro il più breve termine tecnicamente compatibile". I 45 giorni di campagna elettorale sono intoccabili e se l'ex governatore non si esprimesse entro questa settimana, il ministro dell'Interno Annamaria Cancellieri (o un suo delegato) nominata commissario e si andrebbe a votare con il cotechino e le lenticchie sullo stomaco.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • antari

    13 Novembre 2012 - 23:11

    il fascio, su cui io mi onoro di defecare regolarmente, ormai e' incrostato sufficientemente: se mi fornisce il suo indirizzo glielo faccio recapitare per incorniciarlo. Ah si, anche i comunisti sono di cacca, ovvio, s'immagini.

    Report

    Rispondi

  • alfonsopalma

    13 Novembre 2012 - 19:07

    è difficile sollevare le natiche da una poltrona oltremodo comoda, ma ci penserà il ministro Cancellieri a far rispettare le regole. VIA LA polverini VIAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA

    Report

    Rispondi

  • marcolelli3000

    13 Novembre 2012 - 18:06

    enrico rossi (regione toscana) aveva detto che andava bene lo stipendio di un impiegato piaggio di quinto livello, no? E allora? I soldi? Che fa? li restituisce o no? Non e' che spara le pallonate in televisione e poi fa finta di niente. E' un politico che la gente paga, se dice una cosa la deve fare, capito? Verificare quanti soldi pubblici questo si piglia e costringerlo a restituirli.

    Report

    Rispondi

  • massifran

    13 Novembre 2012 - 18:06

    Se si potranno fare elezioni in una unica soluzione, perchè anticipare ? Poi chi reagisce agli interventi dei magistrati in politica trova sempre il mio consenso ...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog