Cerca

Dietro front del Cav

Berlusconi ci ripensa:
"Balotelli non è una mela marcia"

Il presidente rossonero si scusa con l'attaccante del Manchester: "Non era riferito a lui. Ma non lo voglio al Milan"

Mario Balotelli

Mario Balotelli

 

Il presidente del Milan Silvio Berlusconi corregge il tiro nei confronti di Mario Balotelli, definito nei giorni scorsi una "mela marcia". "Non mi riferivo a Balotelli, ma era un discorso sulla necessità che nello spogliatoio ci fossero delle presenze positive. Non era riferito a Balotelli e mi scuso per la mia incompletezza nei suoi confronti", dice Berlusconi che sembra comunque chiudere la porta ad un possibile arrivo in rossonero dell’attaccante del Manchester City. "Non ho mai sentito di un’apertura ad una trattativa per Balotelli da parte di nessuno della mia società - afferma -. Nè Allegri o Galliani me ne hanno parlato come un nostro obiettivo". 

Acquisti in vista - Sul possibile arrivo di un giocatore di livello in questo mercato di gennaio, Berlusconi risponde a Sky Tg24: "Io spero di sì. Sto tormentando Galliani perchè individuati dei possibili acquisti, li porti a termine entro il termine della campagna acquisti di gennaio. Ma non posso fare nomi, perchè Galliani me lo impedisce. Mi ha detto, 'Presidente niente nomi se vogliano riuscircì". Il presidente del Milan, infine, esclude che possa partire Abate. "Credo proprio di no. E' un nostro terzino ed è molto stimato. E’ il terzino della Nazionale italiana e vogliamo tenerlo al Milan".

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • pinux3

    15 Gennaio 2013 - 19:07

    As usual...

    Report

    Rispondi

  • lonato47

    15 Gennaio 2013 - 13:01

    Dietrofont. Strano che non sia colpa dei comunisti e dei giornalisti che tramano o hanno capito male. E noi dovremmo dare l'Italia in mano a un caccia balle di professione?

    Report

    Rispondi

blog