Cerca

Terrore a sinistra

Saviano ha paura di Berlusconi: "Non ridete di lui, trattatelo come un bambino"

Dopo aver visto tutte le gag di Silvio e la sua cavalcata nei sondaggio ora l'autore di Gomorra teme la sconfitta della sinistra e bacchetta la stampa: "Non parlatene"

Roberto Saviano

Roberto Saviano

Nervosismo alle stelle. Tensione e paura per uans confitta che solo qualche settimana fa sembrava lontanissima. Lo show e le gag del Cavaliere che lo portano sù nei sondaggi sta destabilizzando tutta l'establishement della cultura di sinistra. Roberto Saviano mette bocca sulla campagna del Cav e si fa portavoce del terrore che ha il centrosinistra di questo percorso rampante che porta Silvio a recuperare terreno settimana su settimana. Su facebook l'autore di Gomorra scrive: "La satira, la simpatia, il sarcasmo, la battuta, la trovata di spirito: tutto ha le sue regole. In genere, quando un bambino esagera, gli adulti non ridono per non dargli corda. Berlusconi andrebbe trattato come un bambino. Qualunque sia il nostro orientamento politico, in questo frangente, dai siparietti da Santoro, al segno delle manette a Ingroia, alle lavagnette in testa, le sue bravate non dovrebbero avere l’eco che hanno. Perché questa è la prova che il problema maggiore del nostro paese non è solo una politica inadeguata, ma un’informazione a corto di argomenti, che non aspetta altro che l’ennesima boutade di Berlusconi per riempire i vuoti". Forse Saviano non si è accorto che per esempio dopo la puntata di Servizio Pubblico la stessa stampa di sinistra ha rilanciato la performance del Cavaliere. Repubblica, Huffington Post, L'Unità avevano video, gallery e articoli sullo show di Santoro. In realtà Saviano ha già capito che Berlusconi sta tornando. E anche alla carica. Paura eh?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • routier

    14 Marzo 2014 - 08:08

    Fare lo scrittore e il giornalista è un mestiere duro, difficile a volte anche pericoloso, tuttavia è sempre meglio che lavorare.

    Report

    Rispondi

  • ilrobertino

    17 Gennaio 2013 - 15:03

    ragazzo! ma dove vivi? non sai che a lavorare si fa fatica? non è forse meglio fare il trombone di regime e portare a casa tanti bei soldini?

    Report

    Rispondi

  • ammunition

    17 Gennaio 2013 - 12:12

    Certo per avere scritto un libro e un film che non si capisce perche non è in Italiano, rispetto ai morti per camorra Saviano si fà ricco, ma quanto ha lavorato costui? Cosa ha fatto nella vita?

    Report

    Rispondi

  • iose

    16 Gennaio 2013 - 23:11

    MANCAVA ANCHE COSTUI! ormai questo paese è la sede ,tra le altre cose, del festival mondiale delle cazzate!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog