Cerca

La telefonata a Mattino 5

Ingoia annusa già la sconfitta:
se torna in toga sogna
separazioni e liti di condominio

Il pm in aspettativa a Belpietro: "Non mi occuperò più di politica o mafia". Ma non esclude di accettare altri incarichi internazionali

Ingoia annusa già la sconfitta:
se torna in toga sogna
separazioni e liti di condominio

Certo, lui non ha lo "squadrone" di Bersani e neppure la "gioiosa macchina da guerra" di Occhetto. "Rivoluzione civile", il partito dei giudici  di Antonio Ingroia, anela il 4%, che gli permetterebbe di mettere toga in Parlamento. Ma se non andasse così? E' un'ipotesi che il magistrato antimafia in aspettativa ha già preso in considerazione, dicendo qualche giorno fa che se lo sbarco in politica non si concretizzasse, tornerebbe a fare il giudice. Lo ha detto stamattina anche al direttore di Libero Maurizio Belpietro, nel corso della "Telefonata" a Mattino 5. "E' evidente che non tornerò a Palermo e che non seguirò più processi delicati o legati alla politica" ha spiegato il discepolo di Borsellino. "No, non mi occuperò più di materia penale, non in Italia almeno. Nel mio futuro vedo cause civili di separazione e liti tra vicini". Ma siccome l'uomo è ambizioso aggiunge "Non escludo di dedicarmi ad incarichi internazionali", sempre che su quel fronte qualcuno ancora se lo prenda, visto il "bidone" rifilato all'Onu in Guatemala, dove doveva dare la caccia ai narcos e dove invece è rimasto appena qualche settimana. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • sparviero

    21 Gennaio 2013 - 22:10

    Fuoco di paglia. Tornerà a fare il magistrato. I comunisti non hanno più storia. Per fortuna.

    Report

    Rispondi

  • arwen

    21 Gennaio 2013 - 19:07

    Ma può un magistrato candidarsi, esprimere pubblicamente idee politiche, sfogare rancori o sottolineare amicizie e poi, sconfitto, tornare a fare il magistrato come se nulla fosse? Boh!

    Report

    Rispondi

  • eureka.mi

    21 Gennaio 2013 - 14:02

    Viste le sue inchieste...dove ha cercato di inseguire solo pentiti che riferivano quello che lui voleva sentirsi dire non può certo incutere sicurezza agli italiani. Torni da DOVE è VENUTO, ci guadagnamo tutti.

    Report

    Rispondi

  • borotalco

    21 Gennaio 2013 - 13:01

    andrei a zappare la terra od in alternativa tenterei un concorso pubblico come usciere delle aule di giustizia

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog