Cerca

Cinguetti al vetriolo

Alessandra Mussolini contro tutte: bagarre delle signore del centro destra su Twitter

Alessandra Mussolini contro tutte: bagarre delle signore del centro destra su Twitter

Alessandra Mussolini contro tutte. La dichiarazioni al vetriolo contro Nunzia De Girolamo pronunciate durante l'assemblea degli ex An sabato scorso ("La De Girolamo che non so come sia diventata deputata, anzi lo so, ma non ve lo dico"), ha scatenato una rissa "social" tra signore che sta mettendo in imbarazzo il centro destra. "Giunga forte la mia solidarietà a Nunzia De Girolamo. Il rispetto per una donna vale di più", ha cinguettato Mara Carfagna subito dopo aver appreso l'affondo della Mussolini. Immediatamente la nipotina del Duce ha risposto sempre via Twitter: "Brava poi ti dico in privato che dice di te". Il post, pubblicato dal blog Non Leggerlo è stato poi cancellato e rimpiazzato da un più soft "Vedo che alcune autorevoli colleghe di Forza Italia stimano chi ha tradito Berlusconi. Io non sono come loro, per fortuna". Ma il danno ormai era fatto.

Menefrego - Chiuso con la Carfagna la Mussolini se l'è presa con Giorgia Meloni che aveva osato criticare la sua poco elegante dichiarazione. "Chissà perché la Mussolini quando si tratta delle colleghe donna diventa sempre squallida. Solidarietà alla vittima di oggi Nunzia De Girolamo", aveva twittato il leader di Fratelli d'Italia. Anche in questo caso la pasionaria azzurra non si è tenuta la battuta e ha scritto: "Pure la Meloni parla? E' la prova che ho fatto bene #menefrego".

Forza Nunzia - Poi è stato il turno di Renata Polverini che ha espresso la sua solidarietà alla De Girolamo con il tweet: "Lo donne sostengano le donne. Forza Nunzia la politica è passione. Sempre e per tutti". La replica della Mussolini: "Eccone un'altra: tenetevi Forza Nunzia. Forza Italia va dall'altra parte".

Le cause perse - "Un'altro (con l'apostrofo, ndr) avvocato delle cause perse", ha risposto pure a Beatrice Lorenzin che qualche minuto prima aveva scritto "Cara Nunzia De Girolamo non ti curar degli insulti di chi non ha argomenti. Squallido il sessismo fra donne e triste per tutti".

Successi azzurri - Infine, a finire nel mirino di Alessandra Mussolini è stata Mariastella Gelmini che aveva difeso la De Girolamo sostenendo che "nessuno può mettere in discussione la sua autentica passione politica e il suo impegno". "Brava", ha twittato Mussolini. "A quando l'ingresso in Ncd? Soprattutto complimenti per i successi del partito in Lombardia".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • cataldo00

    cataldo00

    24 Marzo 2015 - 17:05

    Brava Mussolina! Tutte le altre sono delle grosse mignotte ed hai ragione che l'hanno data per farsi eleggere. Viva Benito!!!

    Report

    Rispondi

  • cataldo00

    cataldo00

    24 Marzo 2015 - 17:05

    Brava Mussolina! Tutte le altre sono delle grosse mignotte ed hai ragione che l'hanno data per farsi eleggere. Viva Benito!!!

    Report

    Rispondi

  • rkmont

    24 Marzo 2015 - 14:02

    "Pure la Meloni parla?" e viva Dio che parli una donna intelligente che ha sempre e solo fatto politica senza aiuti, in mezzo a un pollaio di semideficienti dall'incerta carriera costruita davvero per loro non si sa come

    Report

    Rispondi

  • Lucas1963

    23 Marzo 2015 - 20:08

    Fossi in lei parlerei di meno e penserei alle porcate successe in casa sua (vedi vicenda suo marito) e poi siamo sicuri che la labbrona carnosa sìa così immacolata? Ma per favore! "Qui nessuno è fesso" come diceva il mitico Totò. A Mussolì, ma statte zitta ke è mèio và!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog