Cerca

Top model

Natalia Vodianova: "Mia sorella autistica cacciata da un bar. Basta discriminazioni"

4
Natalia Vodianova:

Cacciata da un bar perché, disabile e autistica, avrebbe potuto spaventare gli altri clienti. E' successo a Nizhny Novgorod, a 400 chilometri da Mosca, alla sorella di Natalia Vodianova, tra le top model più famose a livello internazionale e da anni impegnata in attività di beneficenza per i bambini. Sulla vicenda il Comitato investigativo russo ha aperto un'inchiesta, ha fatto sapere il portavoce Vladimir Markin, dichiarando "inaccettabile" quanto accaduto, perché lesivo della dignità umana.

Lo spiacevole episodio è successo lo scorso 11 agosto, quando il direttore del bar Flamingo, dove Oksana Vodianova e la sua accompagnatrice erano entrate per un tè, ha invitato la ragazza disabile a uscire dal locale, in quanto "avrebbe spaventato gli
altri avventori". Il proprietario dell'esercizio commerciale rischia ora una multa fino a 500mila rubli (pari a 7mila euro) o la detenzione fino a cinque anni.

La top model sul suo seguitissimo profilo Facebook ha denunciato il fatto e commentato: "Il mio non è un caso isolato. E' la realtà di tutte le famiglie che crescono figli con bisogni speciali. Questo deve essere un campanello d'allarme".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • belzebù

    17 Agosto 2015 - 09:09

    Ma cosa c'entra Putin in questa storia.Come se domani, se si cambiasse presidente russo, queste cose non capiterebbero più.

    Report

    Rispondi

  • fofetto

    17 Agosto 2015 - 09:09

    Quando "bella" non fa rima con "oca".

    Report

    Rispondi

  • marioangelopace

    16 Agosto 2015 - 11:11

    brava Natalieshka, ti siamo vicini

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media