Cerca

Padri e madri

La profezia allarmante di Sgarbi
"Saremo tutti figli di una sega"

La profezia allarmante di  Sgarbi

Una nuova provocazione di Vittorio Sgarbi in tema di figli, adozioni, gay e affini. Il critico d'arte scrive su Facebook la sua profezia choc: "Tempi duri per i padri. Oggi sono tutti madri. E presto saremo figli di una sega". 

Alcuni giorni fa Sgarbi aveva attaccato fortemente Nichi Vendola per il figlio avuto con l'utero in affitto. Poi si era scusato, ma intanto tutti avevano letto il suo post che recitava: "Non può essere, quello appena nato, il figlio di Vendola. Dal culo non esce niente. Vendola ha un marito ed è contemporaneamente padre. Due persone dello stesso sesso non generano. Ma di cosa stiamo parlando?", si leggeva su Facebook, "I bambini devono essere concepiti, educati e evoluti sulla base di ciò che la natura consente. Di bambini bisognosi è pieno il mondo, e si possono aiutare in tanti modi. Quel bambino è una persona che si sono costruiti a tavolino, come un peluche. E' insopportabile".

E adesso Sgarbi rincara la dose.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • sebin6

    20 Marzo 2016 - 18:06

    mi piace il pulpito di sgarbi; l'ideale di un uomo è scopare almeno 1000 donne ( lui afferma di averne scopate tante), fare figli (per sbaglio) e mantenerli solo dopo sentenza del giudice. L'esempio perfetto assieme all'altro pappone del maschio italico e come dice patriziabellini 19 Marzo 2016 - 20:08 "Come sempre Vittorio ha pienamente ragione"

    Report

    Rispondi

  • Fabius Maximus

    20 Marzo 2016 - 14:02

    Perfetto! Condivido il pensiero di Sgarbi ed aggiungo anche che la ,tanto lodata, tolleranza é ormai divenuta la madre dei perversi.

    Report

    Rispondi

  • Luigi Farinelli

    19 Marzo 2016 - 20:08

    Ricordo piacevolmente, di Sgarbi, il suo intervento in quel covo del pensiero unico e del politicamente corretto che è la RAI. Durante l'ennesima trasmissione femminista contro la violenza sulle donne urlò: "ma dove c...zo le trovate 6000 donne stuprate in Italia!". La trasmissione si interruppe con godimento mio e di chi è nemico giurato delle truffe contro la credulità popolare tramite media.

    Report

    Rispondi

  • Luigi Farinelli

    19 Marzo 2016 - 20:08

    Siamo (quasi) tutti Sgarbi! Ammiro il coraggio di sputare in pubblico sul politicamente corretto, sulla corruzione anti-natura, sui vati dell'ammorbante mondo dei "nuovi diritti" (ossia dei diritti inventati a tavolino per sovvertire i principi naturali). Spero che continui: di mostruosità da pensiero unico ce ne sono ormai troppe.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti