Cerca

Il più assente al Senato

Niccolò Ghedini umilia i colleghi parlamentari: "Pigiano il ditino e poi tornano a dormire"

Niccolò Ghedini umilia i colleghi parlamentari: "Pigiano il ditino e poi tornano a dormire"

Difficile che, con l'intervista rilasciata oggi al Corriere sul tema dello stipendio dei parlamentari da agganciare alle loro effettive presenze in aula, il forzista Niccolò Ghedini si sia reso più simpatico di quel che già è: cioè poco. Ma tant'è. L'avvocato di Silvio Berlusconi ha scelto da anni il personaggio dell'antipatico e del duro. E professionalmente la scelta pare averlo ripagato.

Il Corriere lo intervista perchè da una indagine fatta al Senato, è lui quello in assoluto meno presente, con appena uno 0,85% di sedute che lo hanno visto sui banchi di palazzo Madama. Con l'atteggiamento sprezzante di chi pensa sempre di potersi fare i fatti suoi anche quando ricopre un ruolo pubblico, Ghedini spiega di essere stato "dispensato da Berlusconi" dalla presenza in aula (dovendo lui occuparsi delle faccende giudiziarie del Cavaliere a tempo pieno, la cosa è praticamente inevitabile).

Ma la parte più curiosa e divertente dell'intervista, almeno per chi non cede a moralismi ormai sconfitti dai fatti, è quel che Ghedini racconta della macchina parlamentare: "No, dico: mi sembra sia noto che quando i parlamentari italiani vanno a votare è già stato tutto deciso. Il capogruppo fa un gesto con la testa e ordina: votiamo sì, oppure votiamo no. I parlamentari, che spessissimo non sanno neppure che cosa si stia votando, si limitano quindi ad alzare il ditino, pigiano diligentemente il tasto e poi tornano a sonnecchiare, oppure a leggere il giornale sull'iPad, a scrivere sms, a sonnecchiare... Quel voto elettronico, diciamo la verità, è una fiction politica". Cioè, la democrazia è una fiction.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • kufu

    25 Ottobre 2016 - 15:03

    Un bel regalo di Silvio agli Italiani. Andava premiato

    Report

    Rispondi

  • direttoreemilio

    25 Ottobre 2016 - 13:01

    é un parassita come il resto della camera e del senato ma ha detto la veritá , in questa babilonia di parassiti governativi si dovrebbero eliminare per primo la boldrini e Grasso persone inutili e di doppia morale.

    Report

    Rispondi

    • cane sciolto

      28 Ottobre 2016 - 15:03

      Come non condividere!

      Report

      Rispondi

  • Chry

    25 Ottobre 2016 - 12:12

    Ma che cazzo parla?! Questo viene pagato con i nostri soldi e non va a lavorare, e pure la pensione si becca, dovrebbe nascondere la faccia sotto terra sto qui, Vergognati!!!

    Report

    Rispondi

  • zefleone

    25 Ottobre 2016 - 11:11

    Credo che la dispensa di Berlusconi non abbia nulla a che fare con lo stipendio che noi paghiamo caro Ghedini. Per cui sappi e ricordati per bene che quando fai il politico sei pagato da noi e tu sei un nostro dipendente ne di più ne di meno e se non ti va vai fuori dalle palle. E la tua arroganza mettitela in quel posto e sii serio con chi paga il tuo stipendio.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog