Cerca

Assegni pesanti

Cav in bolletta trascura Villa Certosa
Stop ai lavori, 120 operai a casa

Berlusconi ha bloccato i lavori di manutenzione nella lussuosa residenza estiva che davano lavoro a tre ditte

Silvio Berlusconi a Villa Certosa con Putin

Silvio Berlusconi a Villa Certosa con Putin

L'unica cosa che è rimasta immutata dai tempi d'oro di Villa Certosa è il presidio dei carabinieri che giorno e notte la controllano. Per il resto la lussuosa residenza estiva di Silvio Berlusconi sembra abbadonata: non c'è più quel via vai di gente che si dava da fare per mantenerla in perfetta efficienza e anche le provviste scarseggiano. A rivelarlo è La Nuova Sardegna, che in un articolo firmato Giampiero Cocco, racconta dello stato di abbandono in cui versa la Villa con annesse decine di dependance, piscine, laghi e terreni per circa cento ettari che dava lavoro a tre imprese edili, ad altrettante aziende florovivaistiche e a decine e decine di operai specializzati che si alternavano nella manutenzione e nella maniacale cura di giardini, edifici, statue, strutture di intrattenimento e quant’altro è stato realizzato negli anni nella dimora sarda di Silvio Berlusconi.  "Dei 120 lavoratori che, stagionalmente, trovavano impiego alla Certosa", scrive il quotidiano sardo, "ne restano soltanto poche decine, persone di fiducia che debbono occuparsi della gestione e manutenzione del compendio". Non solo. Leggendo l'articolo si scopre anche che sia stato imposto dal Cav "un stop agli eccessivi acquisti di vini e champagne in una enoteca olbiese (che fatturava, nei periodi d’oro, anche ottocentomila euro) e alle mega forniture di pesce del Golfo, con il costoso pescato del giorno". Berlusconi in bolletta? Di certo c'è l'assegno pesante con cui deve mantenere l'ex moglie Veronica Lario che unito alle spese quotidiane dll'ex premier ha trasformato Villa Certosa da tempio della bella vita in un monastero, dove regna il silenzio. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • feltroni ve le suona ancora

    22 Marzo 2013 - 15:03

    Punto 1, se qui c'è un pedofilo sa benissimo di chi si tratta. Punto 2, Invidiosi di chi? Di un vecchio viscido e malato, tenuto su con la millechiodi? Lepanto ma lei viene? E quante volte viene? Si giri mi faccia vedere com'è dietro...

    Report

    Rispondi

  • highlander5649

    22 Marzo 2013 - 15:03

    pssssss un consiglio d'amico: perchè non gli intesti la villa certosa a tua ex mogliettina? ti ha portato solo grane e problemi giudiziari. fai questo passo veronica avrà pure qualche spiccioletto per farla riadattare ai suoi gusti. e tu risparmi!

    Report

    Rispondi

  • lepanto1571

    22 Marzo 2013 - 14:02

    Sono davvero tante le persone che, invidiose, continuano a fare il cinque contro uno e si permettono di criticare gli altri con frasi da psicomaniacodepressivi o da boia. Cani rabbiosi, comunisti pedofili o giudici in pectore!

    Report

    Rispondi

  • albrip

    22 Marzo 2013 - 14:02

    che ormai ha ramificazioni in qualsiasi organo decisionale italiano, in primis magistratura, e giornalai sembra aver raggiunto il suo scopo di rendere (quasi) povero Berlusconi. Non bastava il mega-regalo a De Maledetti. Anche quello incredibile di 100.000€/giorno alla ex-moglie. Lo vogliono distruggere in ogni modo.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog