Cerca

Conti da premier

Putin dichiara di essere più povero del suo portavoce

Il presidente russo ha presentato redditi inferiori di 141mila euro più bassi del suo sottoposto. Il re mida è il vicepremier

Vladimir Putin

Vladimir Putin

Nel 2012 il presidente russo Vladimir Putin ha guadagnato 5,7 milioni di rubli, pari a circa 140.000 euro, meno del suo portavoce, Dmitry Peskov che con la moglie ha dichiarato 11,1 milioni di rubli (270.000 euro). E' quanto emerge dalle dichiarazioni dei redditi dei vertici dello Stato pubblicate, obbligo imposto dallo scorso anno, sul sito web del Cremlino. Il re Mida del governo è il vicepremier, Igor Shivalov, che ha denunciato un reddito familiare di 448,4 milioni di rubli (11,1 milioni di euro), di cui la metà attribuibile solo alla moglie. Shivalov, ha specificato il suo portavoce, che ha riportato a Mosca i fondi che finora erano depositati in conti e fiduciarie all’estero. Molto più indietro il premier Dmitry Medvedev, che nel 2012 ha dichiarato 5,8 milioni di rubli (141.00 euro).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog