Cerca

Larghe intese a Servizio pubblico

Santoro amico di Sallusti,
pro-Letta e contro Travaglio
E il Fatto lo bastona

Il teletribuno dà la mano al direttore de il Giornale e sposa la linea del governissimo attaccando il guasta feste Marco. Che si vendica sul suo giornale

Michele Santoro e Alessandro Sallusti

Michele Santoro e Alessandro Sallusti

Avete mai visto Coppi e Bartali scambiarsi la borraccia durante quella terribile salita? Ora accade nella più modesta arena di Servizio Pubblico. Michele Santoro e Alessandro Sallusti si tengono la mano per sostenere il governo Letta. 

Contro Travaglio -  Il nemico comune è Marco Travaglio. Il giornalista de Il Fatto ha speso un'intera campagna stampa sul suo giornale per attaccare il governissimo e soprattutto chi lo appoggia. Così Santoro richiama all'ordine Travaglio affermando che "l'alleanza Pd-Pdl parte da un assunto diverso dal governo Monti e che rispetta in pieno la Costituzione". Insomma per Santoro la posizione anti-Letta di Travaglio è delirante. Santoro parla subito dopo Sallusti che, ospite in studio, non esita a dire che "accostare la nuova alleanza di governo solo all'inciucio che evoca il sottobanco sporco della politica dà una visione limitata della situazione". Travaglio sbuffa, ma Santoro sta con Sallusti. 

Sallusti è l'Orso Yoghi - Così al Fatto si apre la guerra ai due. Per non colpire subito il vicino di casa Santoro si sceglie di pugnalare proprio Sallusti. Per il Fatto, Sallusti ormai è irriconoscibile. Questo suo tifo per il governissimo non va giù al giornale di Padellaro. "Sallusti ormai è l'Orso Yoghi del governissimo. Uno folgorato dalle larghe intese. Il governo Letta ha trasformato un pasionario berlusconiano in un opinionista ecumenico. Sallusti sta applicando l'autodisinnesco", scrive Andrea Scanzi sul Fatto. "Sallusti è un buono travestito da cattivo. Ora il cattivo che sarebbe buono si presenta buonissimo, desiderando però in cuor suo di tornare cattivo. Alessandro tirati su e non buttarti via come un Pigi Battista qualsiasi", aggiunge Scanzi. Insomma l'alleanza Sallusti-Santoro per Letta for president non va giù. La guerra ai filo-gobvernissimo è solo all'inizio. Durerà tanto. (I.S.)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • blu521

    06 Maggio 2013 - 12:12

    Non vorrei passare per positivista più di quanto sia lecito, ma il soggetto di verbavolant era l'informazione. Prendo atto che la frase di Giovenale sia stata fatta propria dal nano. Cos'è, l'essenza del berlusconismo? E' vero, ha fagocitato la sinistra, ma non sapevo che fosse una condensazione del suo consenso. Sono il solito distratto:io pensavo a tutt'altro

    Report

    Rispondi

  • UNGHIANERA

    04 Maggio 2013 - 18:06

    Come ti capisco,il concetto del condensare è l'esatta azione che Silvio sta facendo da qualche mese! Si,ha condensato sotto il suo consenso anche la sinistra!Hoc volo,sic iubeo,sit pro ratione voluntas.(Silvio Berlusconi)

    Report

    Rispondi

  • blu521

    04 Maggio 2013 - 15:03

    Condensare un'idea lo trovo grandioso. Quasi quanto la concezione che "la parola" altro non sia che un'espressione docile o aggressiva (faccia lei) degli animali. E ci credo che hic non manebis optime! Bananas allo sbando.

    Report

    Rispondi

  • blu521

    04 Maggio 2013 - 14:02

    Rapporti inesistenti. Nel senso che lei intende. Seguiti pure a leggere Il Fatto Quotidiano

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog