Cerca

La battaglia

Brunetta contro la discarica di Falcognana: "E' proprio sotto casa mia"

L'ex ministro Pdl scatenato: 7 interrogazioni a 7 ministri e una lettera al "Messaggero". "Voglio continuare a vivere nell'agro romano, piccolo borghese. Basta discariche a Roma"

Renato Brunetta

Renato Brunetta

L'altra crociata di Renato Brunetta. Non c'è solo il pluralismo della rossa Rai nella testa e nel cuore dell'esponente del Pdl. Il pugnace ex ministro si sta battendo con furore anche per impedire la creazione della discarica di Falcognana sull'Ardeatina, nell'agro romano. Praticamente sotto casa sua, che condivide con la moglie Titti Giovannone. "Zona piccolo borghese, spero di viverci a lungo e bene - spiega al Corriere della Sera -. Interesse personale? Beh sì, l'ho detto apertamente. Del resto se le aprissero una discarica sotto casa cosa farebbe?". Sette interrogazioni ad altrettanti ministri, più una lunga lettera-denuncia sul Messaggero. La discarica è "nella zona dove giocava mia moglie da piccola, a circa un chilometro di distanza". E così Brunetta si scopre vittima della sindeome Nimby (Not in my back yard, "Non nel mio cortile") e della ancora più temibile Banana (Build absolutely nothing, anywhere near anything, cioè "Non costruire mai nulla, da nessuna parte e vicino a niente")... No, l'ex ministro non ci sta: "Io non dico: no a una discarica nel mio giardino. Dico no a un'altra discarica a Roma. Non dico: apritela da un'altra parte. Dico: risolviamo strutturalmente il problema, modernizzando l'intero ciclo dei rifiuti e portando a termine la road map indicata dall'ex ministro dell'Ambiente Corrado Clini". E a chi rivendica la necessità della discarica di Falcognana ribatte: "Io voglio sapere se ci sono tutte le autorizzazioni, se ci sono studi scientifici sull'impatto ambientale, sulla salute pubblica e sull'inquinamento e se ci sono soluzioni alternative. Voglio sapere se sono vere le voci, tutte da verificare, sulle opacità societarie per la proprietà del nuovo sito. Se mi daranno tutte le risposte e saranno soddisfacenti, sono anche pronto a cambiare idea". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • fearofthedark

    fearofthedark

    19 Agosto 2013 - 18:06

    seguimi nel discorso, hai presente nick 'o merikan? si nicola cosentino nato a casal di principe. ecco sai perchè casal di principe è famosa in tutto il mondo? perchè ha dato i natali a una delle cosche camorristiche più feroci che esistono in italia, appunto i casalesi, sai qual'è l'attività dalla quale i casalesi attingono i maggiori introiti? noa' te lo dico io dallo smaltimento dei rifiuti, in pratica tu dai di tutto ai casalesi e loro a basso costo ti smaltiscono dai rifiuti chimici a quelli altamente tossici sversandoli nel magnifico territorio campano trasformato in una enorme discarica radioattiva. il cosentino è stato rinviato a giudizio in quanto accusato di essere il referente politico dei casalesi, e il tuo caro cavalier pompetta idraulica pregiudicato in cerca di perdono si è sempre stracciato le vesta in sua difesa per non farlo allontanare dal parlamento, per cui brunettolo avrà anche ragione ma fin quando esistono altri politici come nik 'o merikan e il suddetto cavali

    Report

    Rispondi

  • frank-rm

    19 Agosto 2013 - 18:06

    Ah Brunello ce dovresti spiegà perche vicino casa tua la discarica no, mentre invece la TAV a casa degli altri si. Solidarietà agli altri residenti ma non a te

    Report

    Rispondi

  • gigi0000

    19 Agosto 2013 - 18:06

    ... poiché ogni ragionamento logico è per loro incomprensibile.

    Report

    Rispondi

  • Chry

    19 Agosto 2013 - 16:04

    stai dando del connivente e speculatore a Silvio

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog