Cerca

A breve in onda

"Ci pensa Rocco", la nuova trasmissione del re del porno italiano per coppie in crisi

Partner in difficoltà, calo del desiderio, stop alle trasgressioni. L'attore hard darà consigli: "Mi vedono come un prete"

Rocco Siffredi

Rocco Siffredi

Coppie che scoppiano, rapporti in crisi, noia tra partner, mancanza di serate a base di peperoncino e trasgressioni. A risolvere i problemi di coppia, tra poco, "Ci pensa Rocco", la nuova produzione capitanata dal re del porno italiano, che andrà in onda dal prossimo ottobre su Cielo, il canale in chiaro di Sky. Rocco Siffredi offrirà i suoi preziosi consigli ai partner in difficoltà, a quelli che, dopo qualche anno di fidanzamento o matrimonio, non riescono più a ritrovare quella passione degli inizi.

 Intervistato da Chiara Maffioletti per Il Corriere, il noto divo non nasconde il suo desiderio di cimentarsi nell'essere il "deus ex machina" che riaccenderà "i fuocherelli del desiderio". "E' un'esperienza nuova, divertente, fuori dal mio mondo fatto di donne - confessa Rocco Siffredi -. Qui ci sono coppie vere, persone che scrivono in redazione e hanno problemi vari, mancanza di attenzione, difficoltà con i preliminari". Quali sono i consigli del pornodivo per le coppie in crisi? Semplice... Generosità reciproca, desiderio di ritornare un po' bambini, ma conservare il proprio istinto animalesco. "Le donne non sono tutte uguali, ognuna ha le sue esigenze", ribadisce Rocco, per poi scherzare: "Mi vedono un po' come un prete", a cui confessare i propri problemi. Il re del porno diventa un vero e proprio tutor per gli altri, ma anche per se stesso: "Ero con mia moglie a Formentera - confessa -, poi mi sono buttato sulla spiaggia di notte. Mia moglie è rimasta tre giorni allucinata". Insomma, niente di preoccupante... Se anche Rocco Siffredi ha problemi di coppia...

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gelcat

    03 Settembre 2013 - 18:06

    O Nelle miniere di carbone!!!! Questo e' una vita che sfrutta le ragazze dell'est che sono consenzienti forzate, perche' in quei paesi non hanno una lira; ho visto dei film in cui si vede lontano 1 miglio che le ragazze si vergognano da morire. Avra' anche passato la vita a trombare, ma non ha costruito veramente nulla sul piano affettivo: una vera e propria poverta' sentimentale, nonostante lo strombazzamento del lavoro che non c'entra nulla sulla vita privata; sfido qualsiasi donna di buon senso ad accettare una situazioni simile. Inoltre se un simile costume viene tenuto da un impiegato comunale, e' un maniaco sessuale; costui viene eletto a simbolo di comportamento, divo dei salotti televisivi e luminare del comportamento sessuale. Sono dell'idea che "meglio poche, ma buone".

    Report

    Rispondi

blog