Cerca

Stizzito

Bruno Vespa e la vignetta del Corriere: lui ballerino accanto a Renzi. Scrive al direttore: "Forse..."

14 Gennaio 2018

1
Bruno Vespa e la vignetta del Corriere: lui ballerino accanto a Renzi. Scrive al direttore: "Forse..."

Non ha gradito, Bruno Vespa, quanto visto sulla prima pagina del Corriere della Sera. Una vignetta di Giannelli, che il conduttore di Porta a porta definisce con perfido garbo "deliziosa",  in cui il giornalista Rai viene ritratto nelle vesti di ballerina in tutù accanto a Matteo Renzi. E così Vespa ha pensato bene di scrivere direttamente al direttore del Corsera Luciano FontanaC, che come da galateo impone ha pubblicato.


Per approfondire leggi anche: Elezioni in tv, stravince Berlusconi da Vespa



La polemica, ormai nota, è quella del Vespa con stipendio da "artista", escamotage che permette a viale Mazzini di trattenerlo superando il tetto-stipendi previsto per un giornalista. Ora, però, c'è in ballo la permanenza stessa di Vespa (e di Fabio Fazio) in tv durante la campagna elettorale, visto che i 5 Stelle hanno ufficialmente proposto (idea respinta in Commissione vigilanza) che i talk politici possano essere condotti esclusivamente da giornalisti. "Pochi sanno evidentemente - puntualizza Vespa -, che da sempre i giornalisti che curano programmi di approfondimento nelle reti televisive hanno un contratto di scrittura artistico/professionale. Da Enzo Biagi a Michele Santoro, da Giovanni Floris a Massimo Giannini, da Nicola Porro a Lucia Annunziata". Riferimento, alla Annunziata, assai velenoso perché proprio la conduttrice di In mezz'ora aveva a sorpresa criticato gli stessi Vespa e Fazio. "Al di là della citazione sull'artista Renzi - conclude Vespa - credo che Giannelli possa disegnare, accanto a me, un intero corpo di ballo del Moulin Rouge televisivo".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • arwen

    15 Gennaio 2018 - 11:11

    Renzi e B in TV sono meglio di una puntata di Zelig. Parlano, criticano, attaccano e promettono, promettono....promettono. Entrambi parlano come se nn avessero mai governato e, se vi accennano, dichiarano misteriosamente che, x colpa, nn si sa bene si chi nn hanno potuto fare. Insomma se siamo nella melma loro nn ne hanno colpa...altro che Zelig....

    Report

    Rispondi

media