Cerca

Diva Disney

Violetta, la popstar "santa" che rischia di finire come Miley Cyrus e Britney Spears

L'argentina ricevuta dal Papa: "Ero paralizzata, poi...". Attenzione, le cattive ragazze sono dietro l'angolo

Violetta, la popstar "santa" che rischia di finire come Miley Cyrus e Britney Spears

La verità è che solo le ragazzine ci credono ancora. Le rispettive mamme, invece, sanno bene cosa le attendono da lì a un paio di anni e fremono già dal terrore: gli idoli Disney che tanto hanno fatto sognare le loro figliole, grondando bontà da tutti i pori, presto si trasformeranno in bombe sexy, impegnate a strofinarsi su estremità pubiche. 

Così è stato per la stellina Disney Britney Spears, ancor di più per l’ex Hanna Montana Miley Cyrus, e lo stesso dicasi per le ex disneyane Selena Gomez e Vanessa Hudgens, la cui trasformazione è appunto in atto. E così sarà probabilmente anche per la sedicenne Martina Stoessel, meglio conosciuta da tutto il mondo come Violetta. È la storia, in fondo, a dimostrarlo: appena le starlette minorenni lasciano il magico mondo di Walt Disney per intraprendere una carriera musicale da soliste, si trasfigurano rincorrendo lussuria, piacere e qualsivoglia gioia offerta dalle sostanze stupefacenti. 

E la carriera da solista è proprio tra i desiderata di Stoessel, in questi giorni in Italia per il tour Violetta - il concerto: «Una volta terminata l’esperienza di Violetta, vorrei realizzare un disco mio, che non sia legato al personaggio che interpreto, e poter trasmettere ai fan il mio messaggio, ossia che possa esistere un mondo migliore». Lodevole proposito, peccato che chiunque l’abbia perseguito prima di lei, sia caduta in una spirale di perdizione. Da qui, il lungo brivido che percorre la schiena delle madri, che già si immaginano l’ex Violetta fare wrecking ball sul palco, con le proprie figlie al seguito. 

L’augurio, però, è che Violetta possa rappresentare invece una felice eccezione. In fondo l’attrice sembra davvero una brava ragazza, consapevole di essere cresciuta in fretta, in un «tritacarne» di difficile gestione: «Violetta mi ha cambiato la vita: sono dovuta crescere velocemente, assumendomi responsabilità sconosciute a una 16enne. Ho imparato così tante cose che questi due anni mi sono sembrati dieci!», ammette, «Sono cresciuta in fretta ma bene, perché ho sempre avuto vicino i miei familiari, che mi hanno protetta e amata».

Una ragazza di saldi principi, dunque. Tant’è vero che, appena messo piede in Italia, è andata diritta dal Papa. Il Pontefice, naturalmente, l’ha ricevuta e i ben informati parlano addirittura di un’udienza privata. «È stato super-emozionante! Mi sono sentita come le mie fan quando aspettano di vedermi: mi chiedevo cosa dire, cosa fare», racconta. «Poi, quando lui è entrato, sono rimasta senza fiato: Papa Francesco ha un’energia, una presenza pazzesca! Non sono riuscita a dire niente, nemmeno un Hola! Mi ha preso la mano e mi ha chiesto di pregare per lui». 

Non resta dunque che sperare che cotanta bontà non svanisca con il termine di Violetta. I nuovi episodi della serie andranno in onda dal 20 gennaio su Disney Channel; non è ancora prevista una terza stagione. Nel frattempo procede il tour di Violetta: dopo il tutto esaurito a Roma, Milano e Bologna, sarà la volta di Napoli (21-23 gennaio), Catania (25-26), Padova (28-29), Firenze (31 gennaio-1 febbraio) e Torino (2 febbraio).

di Francesca D'Angelo


Guarda la gallery con le foto

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog