Cerca

Vaticano off shore

Finte donazioni per riciclare denaro
Nuovo arresto per monsignor Scarano

Le Fiamme gialle sequestrano al prelato beni per oltre 6 milioni di euro, 2 dei quali su conti Ior

Monsignor Scarano

Monsignor Scarano

“Finte donazioni” per milioni di euro provenienti da società off shore e transitate su conti dello Ior nella disponibilità di monsignor Nunzio Scarano. E’ quanto avrebbe accertato la Guardia di Finanza di Salerno che ha provveduto oggi a un nuovo arresto per l'alto prelato e sta sequestrando beni per oltre 6 milioni di euro, 2 dei quali su conti Ior. L'accusa è di concorso in riciclaggio. Ai domiciliari è stato posto anche un altro sacerdote: Don Luigi Noli, parroco a Salerno.

Ai domiciliari per motivi di salute - Dallo scorso 25 ottobre monsignor Nunzio Scarano, ex addetto contabile all’Apsa (Amministrazione del patrimonio della Santa Sede), era agli arresti ospedalieri, per gravi motivi di salute, presso una casa di cura di Salerno su decisione del gip di Roma. Nella capitale, dove si indaga da tempo sui conti accesi presso lo Ior, l’altro prelato è sotto processo perchè accusato di corruzione in concorso con l’ex 007 Giovanni Maria Zito e il broker Giovanni Carenzio (per i quali il gup si deve ancora pronunciare) in relazione al tentativo (fallito) di far rientrare in Italia 20 milioni di euro depositati in Svizzera e riconducibili agli armatori D’Amico. Contro Scarano si erano costituiti parte civile la Presidenza del Consiglio dei ministri e l’Aisi, il servizio di sicurezza interna. Il monsignore, che risponde anche di un episodio di calunnia, aveva fatto sapere ai giudici della quinta sezione penale del tribunale, tramite il proprio difensore, l’avvocato Francesco Caroleo Grimaldi, che non si sarebbe presentato mai in aula.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • routier

    22 Gennaio 2014 - 10:10

    Ecco perchè rimango cristiano ma non cattolico.

    Report

    Rispondi

  • sparviero

    21 Gennaio 2014 - 20:08

    La Chiesa finalmente alla luce del sole, senza paura. Chi ha sbagliato si assuma tutte le sue responsabilità, verso Dio e verso la giustizia terrena.

    Report

    Rispondi

  • fraferra

    21 Gennaio 2014 - 11:11

    Sono soldi suo personali o del Vaticano e lui li amministra??

    Report

    Rispondi

  • rugantino

    21 Gennaio 2014 - 10:10

    suvvia, sono soldi che servono per comprarsi il paradiso - sia in terra ... che in cielo! Santi subito!

    Report

    Rispondi

blog