Cerca

La contestazione

Striscione della Lega su un aereo: Monti basta tasse

Fischi e cori contro il premier in visita a Bergamo

Durante la cerimonia del giuramento degli allievi della Gdf dal cielo e dai presenti si sono sollevate voci di protesta
Mario Monti

Fumogeni, fischi e cori contro il presidente del Consiglio Mario Monti, in visita a Bergamo in occasione della cerimonia del giuramento degli allievi della Guardia di finanza. Dai giovani dei centri sociali ai lumbard agli estremisti di destra, si sono levati gli slogan di accusa al governo delle tasse e del rigore. Durante il discorso Monti è stato subissato dai fischi e dagli insulti. Molti contestatori hanno infatti gridato:  "È ora di finirla", "Vai a casa", "Marionetta".

L'aereo della Lega e il lenzuolo di Forza Nuova - Per esprimere il suo dissenso, la Lega Nord ha fatto passare sulla zona un aereo con lo striscione "Basta Monti, basta tasse" che ha attraversato più volte il centro cittadino. Forza Nuova, invece, ha srotolato sulla Mure Venete di Bergamo Alta, sul lato visibile da Bergamo Bassa, uno striscione lungo 70 metri con la scritta "Monti a casa".  

I centri sociali e la sinistra radicale - Ci sono andati giù pesanti, invece, i centri sociali e la sinistra radicale. Un migliaio di persone ha dato vita ad un corteo  organizzato dal coordinamento "Adesso basta", che raccoglie Rifondazione comunista, Movimento studentesco, centro sociale Pacì Paciana, Giovani comunisti. Il corteo ha attraversato il centro cittadino (girando attorno alla "zona rossa" creata dalle forze dell’ordine intorno alla zona del giuramento) scandendo slogan contro il governo e tirando uova contro la sede di Confindustria. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • pierfabro

    27 Maggio 2012 - 12:12

    il bocconiano monti è rimasto col boccone amaro in bocconia..... non si aspettava che oltre alla contestazione e ai fischi... lo avrebbero consigliato di prendere il gran raccordo anale per tornarsene a casa!

    Report

    Rispondi

  • tunnel

    27 Maggio 2012 - 12:12

    Hanno anche il coraggio di gridare vai a casa,e loro cosa aspettano di transumare tutti in TANZANIA? Per cortesia, dite al Senatur ,che quel dito medio che mostrava felicemente,di farne buon uso e di farselo bastare perché i tempi sono molto lunghi.

    Report

    Rispondi

  • claudionebridio

    27 Maggio 2012 - 10:10

    Finalmente in TV (Rai 2) P. Barnard si è potuto esprimere liberamente. Ha spiegato la REALE situazione in campo economico: creata ad arte dalla CRIMINALE lobby dei banchieri che governano la Commissione Europea (e la BCE). Ora un rappresentante di questa lobby è stato chiamato a "sollevare" le sorti dell'Italia: come dire, affossiamola direttamente per accelerare il processo di globalizzazione selvaggia studiato a tavolino inventando il debito pubblico come impedimento senza il quale il Paese non potrebbe risollevarsi. Un Paese che ha (per quanto ancora?) i fondamentali economici migliori di tante di quelle nazioni nordiche (Germ. in primis) a favore delle quali l'ultracapitalismo senza regole sta operando. Mi è piaciuta la risposta a Colaninno, alla frase scontata del "Governo precedente che ha causato tutto": "Siete stati voi del PD ad affossare l'Italia, con Prodi, Draghi, Ciampi, Amato (il "nuovo" trattato di Lisbona ci ha privato della sovranità) e Fassino ( col FMI).

    Report

    Rispondi

  • vrgrife

    27 Maggio 2012 - 09:09

    Mario Monti e il suo governo sono il peggiori esempio di statalismo sudista. Mandiamolo a casa al più presto a pretendiamo con forza lo stato federale! Mandate a Monti il bell'articolo di ieri sulla previdenza e pagate un biglietto del treno a Passera così si renderà conto che i problemi non sono i gatti o i cani! Va bene che non serve l'ideona ma nemmeno le ca.....te.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog