Cerca

Dall'Emilia alla Lombardia

Paragone avverte Monti: il Nord si è stufato di te

Prima i terremotati, quindi gli imprenditori di Bergamo: le contestazioni sono il grido d'allarme della parte d'Italia più tartassata dal governo

Paragone avverte Monti: il Nord si è stufato di te

Doveva essere il premier tecnico che governava per tutta l'Italia. E invece Mario Monti si è rivelato per quello che in fondo è sempre stato: un uomo vicino alle lobby di potere nazionali e internazionali, la cui linea politica è indipendente se non addirittura avversa agli interessi della gente comune, dei cittadini, potendo per giunta fare a meno di calcoli elettorali. Ma ora gli applausi delle banche, dell'Fmi, della Bce non bastano più. In pochi giorni, scrive Gianluigi Paragone su Libero in edicola oggi, domenica 27 maggio, è esplosa la rabbia di tutto il Nord, vessato dalle tasse e dalla crescita zero imposta dalle manovre rigoriste del professore. Prima i terremotati dell'Emilia, quindi gli imprenditori bergamaschi che hanno imbastito il raid aereo con lo striscione "Basta tasse basta Monti". Più che una beffa, una goliardata o una fantasiosa contestazione, un vero e proprio grido d'allarme. Un sos lanciato dalle zone più tartassate del Paese.

 

Leggi l'articolo di Gianluigi Paragone 
su Libero in edicola oggi, domenica 27 maggio

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Liberopensatore1950

    28 Maggio 2012 - 11:11

    Senza pubblicizzare il Discount tedesco, facilmente intuibile, personalemnte ho osservato che il prezzi son più convenienti su quasi tutto. Quando potevo, ora devo vendere anche l'anima, compravo gli utensili elettrici perchè buoni ed a ottimi prezzi ed anche piccoli elettrodomestici. perchè convengono quei prezzi: per il semplice fatto che il Marco dall'avvento dell'Euro, cambiò solo il nome, lasciando invariato il cambio che, di fatto, per la Germania non avvenne. Ma non solo, con il mercato globale ed il Marco/Euro, conveniente, sia l'importazione in generale che l'acuisto di componenti e materie prima è, per loro più conveniente. Occorre poi parametrare l'imposizione fiscale, il costo del lavoro e quindi di produzione e, pur con il rigore colà esistente, gli stipendi che, mediamente ed a titolo di esempio, si può ricordare che un operaio Italiano percepisce circa €1.200,00, contro i € 2.400,00 dell'operaio tedesco, ovvio che i tedeschi possano alimentare l'economia interna.

    Report

    Rispondi

  • acstar

    28 Maggio 2012 - 09:09

    ...meno male che questi "freddi" nordici si accorgono delle "cavolate" ! Toscana docet : avanti Enrico......Bondi, rifacciamo, e "allarghiamo", il Granducato di Toscana! Bondi (Enrico) Presidente subito.....di tutto !

    Report

    Rispondi

  • dueguidri

    27 Maggio 2012 - 23:11

    ora che viene la bella stagione dovrebbe andare... al mare. Ha saputo solo fare male a tutti tranne che ad alcuni ben noti; dice niente l'esenzione IMU per la fondazioni bancarie o per il pensionato studentesco Bocconi mentre la devono pagare gli anziani residenti in case di riposo? Basta tasse, rifiuto la logica imposta dal professore (guarda caso lo stesso titolo di quell'altro che aveva il vampiro appresso) del tipo : io devo incassare tot e non importa se a pagare saranno in 100 1000 o 1 milione. Tanto che gli frega mica deve essere rieletto....

    Report

    Rispondi

  • longhma

    27 Maggio 2012 - 22:10

    Prima toglie il disturbo e.... prima l'ITALIA RINASCE !!! Qualcun' altro ha un idea migliore ???? Ben Venga !!!! Grazie !!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog