Cerca

Dissenso azzurro

Ma Cicchitto: "Il ritorno alla vecchia lira provocherebbe una rivoluzione"

Il capogruppo Pdl alla Camera: "I livelli di svalutazione, di inflazione, di esplosione del debito provocherebbero la sollevazione dei cittadini contro governanti che li portassero in mezzo a questo disastro"

"L'obiettivo deve essere quello di cambiare i meccanismi dell’euro, anche perchè la sua crisi e addirittura il ritorno alle monete nazionali comporterebbero tali livelli di svalutazione, di inflazione, di esplosione del debito da determinare la sollevazione dei cittadini contro governanti che li portassero in mezzo a questo disastro". E' l'allarme che Fabrizio Cicchitto sostiene con un’ampia riflessione che parte dalla considerazione per cui "a nostro avviso, il problema dell’Europa va preso dalla testa e non dalla coda". "Il problema, che Monti dovrà affrontare alla fine di questo mese, è costituito dalla necessità di avviare un lavoro politico e programmatico per fare i conti con tutte le contraddizioni manifestatesi in seguito ad una moneta unica, l’euro, non sostenuta nè da una reale Banca centrale nè da politiche economiche coordinate dei singoli Stati, nè da titoli come gli eurobond, nè da una politica per la crescita", prosegue il capogruppo Pdl alla Camera.   "In assenza di questo e di altro, livello e ruolo del fondo salva Stati, la speculazione va a nozze, gli spread fanno saliscendi, e quindi - osserva - il debito di molti Stati, tranne la Germania, cresce a dismisura". 

roma

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • luannam

    22 Giugno 2012 - 07:07

    le grida allarmistiche sul possibile ritorno alla lira mi riempiono di rabbia. Prima di gridare e seminare panico qualche economista, magari non bocconiano,o anche bocconiano, vuole avere la decenza di tracciare ,conti alla mano, uno scenario possibile di elementi negativi e positivi legati all'eventuale ritorno alla lira? Qualcuno vuole convincermi che l'euro non abbia costituito l'escamotage che le social-democrazie europee si siano inventate per mascherare il fallimento delle loro economie miste? Una truffa ben argomentata e ben architettata per restare in sella a danno della middle class europea. Personalmente non sono impressionabile ma francamente sono molto curiosa e sono in una fase della vita in cui vorrei guardare in faccia e con cognizione di causa la mia realtà, vantaggi e svantaggi, mai certi ma possibili,. Un appello dunque perchè i bilanci dell'ipotetico rientro, in numeri e non piagnistei,comincino ad essere tracciati.

    Report

    Rispondi

  • sparviero

    21 Giugno 2012 - 22:10

    La svalutazione l'ha avuta la lira quando è entrato il maledetto euro, grazie anche allo svalutatore: il prode Prodi. Comunque sono tutte balle, con la lira risaneremo tante situazioni oggi irrisolvibili. Ogni nazione vuole riavere la sua sovranità inclusa la germania.

    Report

    Rispondi

  • Angela70

    21 Giugno 2012 - 16:04

    secondo me prima o poi la gente esplode di questo passo non si puo' piu' andare.....o con o senza l'euro.

    Report

    Rispondi

  • gioch

    21 Giugno 2012 - 14:02

    Ha osato controbattere a Silvio.Ha espresso un'idea.Teme la rivolta dei cittadini se si torna alla lira.Stai lì ,che fra poco te ne accorgi dei cittadini(se non ti commuovi troppo con le poesie che ti dedicano).

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog